martedì 19 aprile 2016

RECENSIONE: ABBRACCIATA DAL FUCO - CHIARA CILLI

Titolo: Abbracciata dal Fuoco

Serie: La guerra degli Dei #3

Autore: Chiara Cilli

Genere: Urban Fantasy

Editore: Selfpublishing
                             
Pagine: 263

Data di pubblicazione: 18 Aprile 2016

Prezzo eBook: offerta lancio € 2.99 (prezzo regolare € 4.99) Prezzo cartaceo: da definire

Trama:


Io e i miei compagni eravamo i migliori dell'Academīa.
Inseparabili invincibili, questo eravamo.

Non più, ed è solo colpa mia.

Non ho scelta. Devo abbandonare la mia squadra, prima che qualcun altro muoia a causa mia.
C'è solo un problema.

Falas.

Non riesco a sfuggire al suo sguardo.
Non riesco a respirare.
Perché lui non mi lascerà mai andare.

Anche se significa mettere a rischio il recupero della terza Telum Magĭcum.
Anche se significa tramutare il nostro legame in odio.

Cosa Penso:

Finalmente riesco a ritagliarmi un pochino di tempo per recensire “Abbracciata dal fuoco” terzo capitolo della saga urban fantasy la Guerra degli Dei di Chiara Cilli. Avrei voluto postare la mia recensione ieri allegata al post del Release Day, ma purtroppo non ho fatto in tempo a scriverla e quindi, eccola qui con un giorno di ritardo.
Se vi siete persi il post di ieri vi consiglio di correre a darci una sbirciatina, potrebbe esserci una sorpresina interessante, trovate tutto qui.
Prima di partire con la recensione voglio ringraziare di cuore Chiara che non solo mi ha invitata a partecipare al Release Day Blitz, ma che mi ha anche inviato una copia ARC del suo romanzo da leggere in anteprima.  
Aspettavo questo libro da tempo, esattamente dalla scorsa estate quando in pochissimi giorni ho divorato i primi due capitoli della serie; “I quattro protetti” e “L’ultimaalba” (Click sui titoli per le mie recensioni), quindi appena ho ricevuto la mia copia ho mollato tutto e mi sono immediatamente immersa nella lettura, lasciandomi trasportare dal mondo magico di Calen e dei Carnificēs.

Abbracciata dal fucoco” riprende all’incirca da dove si era interrotto “L’ultima alba”.
La nostra Calen è ancora sconvolta per come è finita la sua ultima missione con il capitano Gleran, e si convince sempre di più di essere un pericolo per i suoi compagni, ed è quindi, più decisa che mai ad abbandonare il gruppo prima che qualcun’altro si faccia male.
Avrei comunicato a Sua Maestà la mia intenzione di abbandonare i Carnificēs per creare un'altra squadra con Geass. Anche di minore rilievo, non aveva importanza. Ciò che mi premeva era non stare più con i miei compagni. Non era una pessima idea, lo sapevo bene. Era un suicidio. Non solo perché rappresentavano la mia famiglia, ma perché eravamo i quattro nuovi Protetti. L'avevamo scoperto insieme e insieme avevamo affrontato tutto ciò che ci era stato scagliato contro in seguito.
Pensare di separarmi da qualcuno con cui avevo non solo una sintonia speciale, ma un legame magico inscindibile, era pura pazzia.
Ero abbastanza forte da tentare?
No, non avrei tentato.
L'avrei fatto.
Dovevo farlo, se volevo continuare a vivere. 
Calen ha già perso troppe persone e non può proprio permettersi di perdere uno di loro: Naur, Dik e Falas non sono solo i suoi fidati compagni che combattono al suo fianco, ma sono anche amici preziosi e la cosa più vicina ad una famiglia. Perdere uno solo di loro la ucciderebbe.

Inoltre il rapporto che con Falas è troppo complicato e conflittuale. I loro continui litigi e le loro continue provocazioni stanno poco a poco distruggendo il gruppo, quindi la soluzione è una sola andarsene e fare squadra con Geass.
Ma sa bene quanto questa sua scelta è difficile e complicata, perché i Carnificēs non sono dei semplici emissari del re, ma sono i quattro protetti con poteri magici e grosse responsabilità gravano sulle loro spalle.
Inoltre, Falas non la lascerebbe mai andare.
Lui è l’unico che riesce incatenarla a se con un solo sguardo, l’unico che le fa tremare le
ginocchia e perdere ogni lucidità.
Sentimenti forti e intesi li legano profondamente e l’attrazione tra di loro crepita come le fiamme di un incendio pronto a divampare, e quando finalmente si lasciano andare è un esplosione di fuochi d’artificio.
Ma purtroppo, non è tutto così semplice perché nel cuore di Cal non c’è solo Falas, ma anche Gaess ricopre un ruolo importante.
Lui è la sua roccia, il ragazzo con gli occhi color acqua marina che le sta accanto quando tutto è complicato e per lui saperla con Falas è inaccettabile.
Calen deve scegliere.
Da un lato Falas con il suo irresistibile fascino da bello e dannato capace di farle provare sensazioni forti mai provate prima, e dall’altro lato la sicurezza che solo le braccia di Gaess sono capace di infonderle.  

A complicare tutto ciò è anche la missione a cui Calen deve prendere parte da sola e senza poteri.
Una missione pericolosa e ad altissimo rischio, è la missione per recuperare la terza Arma Magica che la butta tra le braccia di un super sexy e donnaiolo calciatore…

Vorrei dirvi molto di più su questo romanzo. So che dalla trama così come l’ho raccontata sembra tutto molto criptico e quasi incomprensibile, ma non posso proprio svelarvi di più perché rischierei di fare spoiler imperdonabili e rovinarvi le infinite sorprese, i colpi di scena incredibili che Chiara ha architettato. Per cui il mio consiglio è leggete questo libro, e se non avete ancora iniziato la serie provvedete immediatamente perché la Cilli è fantastica anche come autrice di Fantasy.

Uno degli elementi principale che apprezzo dei romanzi di questa autrice sono le sue protagoniste femminili.
Tutte forti e coraggiosissime, delle tigri pronte a tirare fuori gli artigli e combattere con le unghie e con i denti quando la situazione lo richiede. Non solo le classiche donzelle in pericolo che necessitano di essere salvate. Questa è una delle costanti nei suoi libri che più apprezzo, è stata cosi Cristina Cabrisi nella The MSA trilogy, è così Aleksandra Nikolayev che è capace non solo di tenere testa, ma è anche in grado di mettere in crisi Henri Lamaze nella serie Blood Bonds e infine è così Calen.
Calen è una combattente.
Un eroina forte determinata e sicura di se, e una delle cose che mi piacciono di più di lei è che unitamente al suo lato da dura e impavida ha anche un cuore dolce bisognoso d’amore, e questo lo dimostra con le sue cotte continue per tutti i ragazzi che le dimostrano un briciolo di  affetto e un minimo interesse. Prima il principe Aiden, poi, il Comandate Garlan, Gaess e ultimo, ma non per importanza, Falas. Ammetto che questo suo lato, anche se mi piace, mi ha fatto spesso urlare per la frustrazione in più di un occasione. Non è un segreto che sono schierata nel #TEAMFALAS e che faccio un tifo sfegatato per lui. Perché con il suo caratteraccio da tipico badass, con la sua arroganza e le continue provocazioni fatte apposta per scaturire una reazione nella sua compagna, mi hanno fatta capitolare senza possibilità d’appello. Inoltre, in questo terzo capitolo della serie il suo personaggio è molto più
 presente, e ci viene mostrato un lato di lui che non conoscevo; un Falas che sa essere anche dolcissimo e sensibile, disposto a tutto per non perdere la ragazza che gli ha rubato il cuore.  
Purtroppo, sono meno presenti Dik e Naur, e spero di poter leggere più pagine con loro protagonisti nel quarto romanzo della serie. Perché li adoro entrambi!
Le mie ultime considerazioni vanno su Gaess. Non è un segreto, non mi piace e non mi fido di lui. E, non so se è solo una mia sensazione data dalla profonda antipatia che nutro nei confronti di questo personaggio, ma credo che Chiara ci abbia lanciato diversi segnali che lasciano intendere che qualcosa non va… Non vi voglio svelare troppo sul ragazzo dagli occhi acqua marina così tanto importante per Calen da mettere tutto da parte per lui, ma sono certa che nel quarto capitolo ne vedremo della belle. E ammetto che la cosa mi spaventa parecchio perché conoscendo la vena un tantino sadica di Chiara temo proprio che ci saranno colpi di scena a non finire.  
Quindi non ci resta altro che attendere il quarto capitolo, che se non sbaglio dovremmo poterlo leggere dopo l’estate.
Le mie ultime considerazioni, e poi lo prometto chiudo questa recensione che sta diventando interminabile, vanno per l’autrice; Chiara Cilli che ancora una volta ha riconfermato il suo talento. Mi sento un po’ un disco rotto quando vi parlo di lei, perché nelle mie recensioni non faccio altro che ripetere quanto è brava e quanto scrive bene. Ma è la pura e semplice verità ragazzi, perché scrive trame che conquistano e intrappolano tra le pagine, i suoi romanzi si leggono con una rapidità disarmante e i colpi di scena incatenano alle pagine.
I suoi protagonisti sono tutti così dannatamente veri e reali che perforano le pagine e sembrano prendere vita davanti agli occhi del lettore,  per poi non parlare degli uomini che escono dalla sua penna. Mi ha fatto innamorare di ognuno di loro.  
Eh sì, lo ammetto sono una facile quando si tratta di uomini di carta, ma la colpa è tutta delle autrici come Chiara, non mia ;)
Se non la conoscete datele una possibilità e non ve ne pentirete, ha all’attivo diversi romanzi che spaziano dal fantasy all’erotico al dark romance, insomma ce n’è per tutti i gusti e sicuramente troverete qualcosa che fa al caso vostro.
 il mio voto:

L'AUTRICE:
Nata il 24 Gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dall'adult fantasy all'urban fantasy, dall'erotic suspense al dark contemporary. Ama le storie d'amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.

5 commenti:

  1. Oooh, finalmente qualcuno che si accorge che io do indizi . . . ihihihihihih :P BTW, thank you sooo much for this wonderful review *_* ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara,
      oh sì, li ho notati gli indizi... e diciamo che ho i miei sospetti.
      Non voglio fare spoiler nei commenti... quindi non dico niente ma aspetto con ansia il quarto capitolo per vedere se sono fondati ♥

      Elimina
  2. Ok questo libro deve essere mio eheheh :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sonia ciao!!
      E' una serie che merita! Mi ha coinvolta sotto tutti i fronti ;)

      Elimina
  3. Sono una bad girls di Chiara ma non ho ancora letto i suoi libri riguardanti la vena fantasy e urban fantasy *.*

    RispondiElimina