mercoledì 20 aprile 2016

RECENSIONE: OVUNQUE CON TE - KATIE MCGARRY

Titolo: Ovunque con te

Serie: Thunder Road #1

Casa Editrice: Harper Collins Italia

Data di pubblicazione: 14/04/2016

Pagine:474

Trama:

Emily ha 17 anni ed è felice della propria vita così com'è. Certo, non può negare di essere curiosa riguardo al suo padre biologico, quello che ha preferito unirsi a un club di motociclisti - il Regno del Terrore - piuttosto che essere genitore. Quando però una timida visita si trasforma in una lunga vacanza estiva tra parenti che non sapeva di avere, una cosa le è chiara: niente è come sembra. Il club, suo padre, e nemmeno Oz, un ragazzo che ti ipnotizza con i suoi occhi blu e che può aiutarla a capire quella vita. Oz desidera una cosa sola: unirsi al Regno del Terrore. Loro sono quelli buoni. Proteggono la gente. Loro sono... una famiglia. Mentre Emily è in città, Oz glielo dimostrerà. Così, quando il padre di lei gli chiede di tenerla al sicuro da una banda rivale con un conto da regolare, per Oz è un sogno che diventa realtà. quello che non sa è che Emily potrebbe infrangerlo, quel sogno.

Cosa Penso:
«E tu non conosci me e non capisci il mio mondo.»Il suo mondo. Ha ragione. Non lo conosco, ma so che dietro c'è ben di più di quello che mi dirà chicchessia, e io sono determinata a scoprire cos'è. Oz pensa di avere il controllo assoluto della situazione, ma io non sono cieca e ascolto. 

Ovunque con te” è il primo romanzo della serie  Thunder Road di Katie McGarry uscito esattamente giovedì scorso grazie ad Harper Collins Italia che ci ha fatto il meraviglioso regalo di tradurlo per noi.
Sono certa che  molti di voi avranno notato questo romanzo, del resto era impossibile non notarlo. Se ne’è parlato ovunque, su facebook i post rilasciati dall’editore che quotidianamente stuzzicavano la mia curiosità erano tantissimi, e poi quando su GoodReads sono apparse le prime recensioni in anteprima la mia curiosità è salita ai massimi livelli storici a forza di vedere tutte quelle stelline che lampeggiavano come fari al neon sotto il titolo.
 Anche se la il mio interesse nei confronti di questo romanzo era alle stelle, mi sono tenuta ben lontana dalle recensioni in anteprima. Quando un romanzo è così chiacchierato finisco per caricarmi di aspettative e sistematicamente ne rimango delusa, quindi, ho preferito non lasciarmi condizionare dal pensiero di altre blogger, e attendere pazientemente la data di uscita.
Inutile dire che appena è giunta la fatidica data sono corsa in libreria e sono uscita stringendo tra le braccia la mia copia fresca di stampa, e mi sono immediatamente immersa nella lettura.
 E oh. Mio. Dio. Ragazzi questo libro è… stupendo? Magnifico? Meraviglioso? Incantevole? Divino? Potrei usare milleuno aggettivi per descriverlo, ma non sarebbero sufficienti perché non esistono parole per questa storia che mi ha rubato il cuore. E cinque stelline sicuramente non gli rendono giustizia, forse, diciassette stelle alcune colorate e altre no (CAPIRETE LEGGENDO I LIBRO COSA VOGLIO DIRE) potrebbero essere un voto più adatto.

La serie Thunder Road parla di motociclisti, per l’esattezza un club di motociclisti, se quindi state immaginando un gruppo di ragazzoni tatuati e muscolosi che se ne vanno in giro sulle loro rumorose Harley e tutti strettamente legati da vincoli di lealtà e fratellanza siete sulla strada giusta, ma se state pensando a SOA (Sons Of Anarchy) state andando nella direzione sbagliata perché i SAMCRO pur avendo in comune con i Reign of Terror lo stesso legame di lealtà e fratellanza sono criminali incalliti che contrabbandano armi. Qui, invece, nel romanzo di Katy McGarry i membri del club non sono affatto criminali o avanzi di galera, ma al contrario, il loro club si fonda proprio sulla legalità. E la nostra protagonista, Emily, fatica a comprendere come un gruppo di ragazzacci con un aspetto minaccioso e temibile possano essere persone per bene, ma lo capirà presto sulla sua pelle.
Nel momento in cui la nonna biologica che non ha mai conosciuto viene a mancare, la vita di Emily subisce un grosso cambiamento. E lei detesta i cambiamenti improvvisi, ma al contrario adora quella semplicità, e prevedibilità, che per tutti i suoi diciassette anni ha caratterizzato la sua vita.
In diciassette anni, Emily ha vissuto solo tre momenti terribili che vorrebbe dimenticare:
 I tre momenti peggiori della mia vita: conoscere il mio padre biologico a dieci anni; rompermi il braccio in tre punti quando ne avevo nove; cadere in un fosso e restarci intrappolata per tutta la notte assieme a un cadavere a otto.
 E in cima alla lista c’è proprio aver fatto la conoscenza di Eli – suo padre biologico. L’uomo che quando era solo una bambina l’ha abbandonata perchè ha preferito unirsi al Reign Of terror, piuttosto che prendersi cura di lei e sua madre. Da nove anni Eli è ripiombato nella sua vita all’improvviso, e lei è costretta passare con lui un giorno all’anno. E anche se nutre parecchie curiosità sul suo conto non lo ammetterà mai.
Emily e la sua famiglia devono andare in Kentucky, nella piccola cittadina di Snowflake, per partecipare alla veglia funebre della cara nonna estinta.
Una visitina breve: un abbraccio ad Eli, le condoglianze d’obbligo e poi di nuovo tutti a casa, ma purtroppo le cose non vanno proprio così. Del resto cosa ci si può aspettare da un gruppo di motociclisti teppisti che fanno parte di un club dove vigono ferree regole che devono essere rispettate? Guai, ovviamente.
Emily non ne aveva dubbi!
E così la breve visita si trasforma in un estate.
Un estate lontana dalla Florida, lontana dai suoi genitori, lontana dalla sua migliore amica con cui aveva già pianificato le vacanze. Un estate insieme ad Eli e quella strana famiglia di motociclisti che le fanno da cani da guardia. Perché parrebbe proprio essere in pericolo.
Ed è proprio a Snowflake che conosce Oz.
Oz è tutto ciò da cui Emily dovrebbe stare lontana.
Perché i ragazzi come lui portano guai.
È dannatamente bello con i suoi capelli neri scompigliati dal vento, gli occhi blu come il cielo e i muscoli in tutti i punti giusti. Se poi aggiungiamo anche il fascino da motociclista, ecco che Emily rischia di perdere la testa e fare delle grosse cavolate… come baciarlo all’improvviso per poi ricattarlo ed ottenere quello che vuole.
Una fitta di rimorso mi consuma perché niente di tutto questo è da me. Niente. Io non ci provo con i ragazzi, anche se questo non era provarci. Era un bacio. Un bacio soltanto. Semplicemente il bacio più sconvolgente della mia vita a un ragazzo che mi detesta.
Oh mio Dio, stavamo pomiciando.
Oz si abbassa la maglietta e si riaggiusta i pantaloni. Io mi passo una mano sulla testa e cerco d'ignorare i nodi che mi si sono formati tra i capelli. Mi porto la mano alle labbra gonfie. Solo un bacio. Solo un bacio. Solo un bacio.
Mi schiarisco la gola e Oz mi guarda come se fosse stranito.
«Ehm...» Rifletti, Emily. «Devi farmi uscire di qui, così posso sentire cos'ha da dire Eli ai miei genitori.»
Oz scoppia a ridere. «Credevi che volessi giocarmi la possibilità di entrare nel club, 
che mi fossi lasciato prendere dalla passione? Ti sbagli.»
Io scuoto la testa perché fraintende. «No, tu mi aiuterai invece. Perché se non lo fai, dirò a Eli che mi hai baciata.»
Del resto Oz è pur sempre un ragazzo, ha un pene in mezzo alle gambe, e non è di certo immune al fascino di una bella ragazza. Ma Emily gli fa proprio girare la testa e perdere il senno, e se non vuole compromettere il suo sogno di tutta una vita: quello di ottenere il giubbetto di pelle ed entrare nel club seguendo le orme di suo padre, deve assolutamente starle lontano.
Peccato che Eli pare avere altri programmi per lui, e lo nomina baby sitter a tempo indeterminato. Il suo compito? Quello di stare alla calcagna di Emily, di proteggerla anche al costo della vita, e soprattutto, fare in modo che non scopra - per nessuna ragione al mondo - alcune verità che la riguardano, e che devono rimanere ben nascoste nel passato.

Vorrei potervi dire altre mille cose sulla trama, svelarvi i mille segreti che Emily non deve per nessuna ragione scoprire, ma se lo facessi sarei davvero una blogger pessima, brutta e cattiva, perché vi rovinerei tutta la meraviglia di questo romanzo. E non posso assolutamente permettere che ciò accada. Quindi continuate pure tranquilli nella lettura perché tutto quello che vi dirò ora è che “Ovunque con tepuò sembrare un romanzo dalla trama semplice, ma è una di quelle storie che si insinuano così profondamente sotto la vostra pelle, e senza che ve ne rendiate conto vi entrano nell’anima e nel cuore facendovi provare ogni genere di emozione: Gioia, felicità, tristezza e malinconia, e oltre a questo, è anche una storia che vi farà innamorare.
Oh sì, vi farà innamorare tantissimo dei personaggi. Tutti. Perché sia i principali che i secondari alla fine del libro avranno un piccolo pezzetto del vostro cuore, e voi non potete fare niente per evitare che accada.
Oz e Emily prima di tutti, ma anche entrambi i padri della protagonista: Eli e Jeff, poi Violet e Chevy,  Olivia e anche tutti i membri del club che hanno soprannomi improbabili, li adorerete, parola mia!
Ho adorato Oz che nel giro di pochissime pagine con il suo carattere estremamente dolce e
protettivo è schizzato in vetta alla mia lista dei book boy-friends preferiti.
Ho adorato Emily, che apparentemente può sembrare fragile e insicura con le sue paura, con i suoi dubbi e le sue incertezze, ma in realtà ha una gran forza che la spinge a non lasciarsi e  sopraffare dagli eventi che avrebbero, sicuramente, minato la sanità mentale di una protagonista più debole di lei.
Vi sfido a non innamorarvi di Emily e Oz insieme, perché il loro rapporto è semplicemente meraviglioso, e dolcissimo.
Un rapporto che cresce poco alla volta e che matura nel tempo così come maturano gli stessi protagonisti. All’inizio non si sopportano, e il loro rapporto e caratterizzato da battute per le rime e risposte colme di vetriolo, ma è chiaro e lampante che tra di loro crepita un attrazione che è difficile da contenere. Ma poco a poco, pagina dopo pagina tra i due si instaura un legame speciale. Un legame che diventa giorno dopo giorno più inteso e forte e saldo. Un rapporto basato sulla fiducia reciproca in cui imparano a conoscersi e crescono cercando di guardare oltre a quello che hanno sempre creduto.

Concludo la mia recensione interminabile dicendo che: La McGarry ha scritto l’ennesimo piccolo capolavoro. Un gioiello che tra le sue pagine racchiude una storia intensa. Una storia di seconde occasioni, di verità svelate e una storia dove il destino gioca un ruolo importante. Una storia che ci insegna a non giudicare mai una persona dopo un semplice sguardo, perché le apparenze possono ingannare proprio come hanno ingannato Emily.
Credevo che la McGarry avesse dato tutto con la serie Pushing The Limits, non credevo possibile che potesse scrivere un'altra serie ugualmente bella, ugualmente intesta e che mi facesse emozionare allo stesso modo, forse addirittura di più. Ma sorprendentemente ci è riuscita e non posso far altro che aggiungere questo romanzo nella lista dei miei libri preferiti perché ne serberò sempre un dolcissimo ricordo. Ora non vedo l’ora che arrivi il secondo capitolo della serie per conoscere meglio un nuovo personaggio.

Il mio voto:





13 commenti:

  1. Ooooh *o*
    Io devo assolutamente leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ciao! Oh si è un libro imperdibilo, la McGarry è mitica!

      Elimina
  2. Come sempre sono d'accordo! X°°°D Ormai potrei fare a meno di scriverti i commenti, tanto sono sempre gli stessi! Ahahahah! Ma ci sei al salone a Torino? Devo conoscere la mia gemellina! XD
    Comunque bella recensione, belle citazioni e belle immagini! Brava! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice, la cosa non mi stupisce ;) ormai la pensiamo allo stesso modo praticamente su tutti i libri;)
      Vado subito a leggere la tua recensione!
      No, purtroppo neanche quest'anno riesco ad andare a Tornino, spero di farcela per il prossimo perchè non sono mai andata e mi piacerebbe tanto, ma maggio è sempre un periodo critico con la sessione di esami all'università e lo studio mi reclama e non mi molla *piange disperata*

      Elimina
    2. Per me è il primo anno, non so cosa aspettarmi ma almeno una volta volevo vedere con i miei occhi. XD Mi dispiace un sacco che non ci sei. Magari l'anno prossimo, chissà! :)

      Elimina
  3. Adoro la McGerry, con lei non sbagli mai ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra, questa donna è mitica! ora aspetto con impazienza non solo il seguito di questa serie, ma anche il terzo di Pushing the limits, non vedo l'ora di conoscere Isaiah <3

      Elimina
  4. Ciao Frency! Faccio la corte a questo libro da tantissimo e tra poco lo inizierò! L'autrice mi piace tantissimo come scrive =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jess, devi assolutamente leggerlo. lo adorerai ne sono certa! Verrò sicuramente a leggere cosa ne pensi!

      Elimina
  5. Diciamo che la McGarry non delude mai e io la amo, quindi leggerò questo libro al più presto: non mi può proprio mancare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, se ami la McGarry direi che non puoi proprio perderti questo libro. Ho amato tutti i romanzi della serie Pushing the limits, e da quando li ho letti conservano un posticino speciale nel mio cuore - soprattutto Noah e Echo, ma credo che questa storia li abbia superati. La McGarry non poteva scrivere un romanzo migliore!

      Elimina
  6. Quest'autrice è molto brava e lo dimostra il modo che ha di scrivere sempre capace di catturare l'attenzione.
    Io avrei preferito un lieto fine amoroso per Eli però, che peccato!

    RispondiElimina
  7. Ho sempre amato i libri di Katie!
    Non ho ancora letto questo ma spero di farlo il più presto possibile *.*

    RispondiElimina