martedì 2 febbraio 2016

RECENSIONE: LE CONFESSIONI DEL CUORE - COLLEEN HOOVER

Titolo: Le confessioni del cuore

Autrice: Colleen Hoover

Casa editrice: Leggereditore

Data di pubblicazione: gennaio 2016 (cartaceo)

Pagine:

Trama:

A soli venti anni, Auburn Mason ha paura di aver perso ciò che aveva di più importante. Malgrado il dolore, le resta la voglia di lottare per rimettere sulla giusta strada un destino che sembra sfuggirle dalle mani, ma questa volta non dovrà esserci più spazio per errori e debolezze, tantomeno per l’amore. 
Owen Gentry è l’enigmatico artista proprietario dello studio d’arte di Dallas presso cui Auburn ha trovato lavoro. È un giovane brillante, di talento, verso il quale Auburn sente fin da subito di provare un’attrazione speciale. A quanto pare, la vita le sta regalando un’altra occasione per lasciarsi andare e ascoltare il proprio cuore. Eppure c’è qualcosa che rischia di minacciare la ritrovata felicità, un segreto che Owen vorrebbe relegare nel proprio passato ma che torna prepotentemente a galla. Owen sa che l’unico modo per non perdere Auburn è condividere con lei ogni aspetto della sua vita, ma la verità, come le opere d’arte, si presta a interpretazioni contrastanti, e una confessione, talvolta, può essere più distruttiva di una menzogna...

Cosa Penso:

 Mia madre dice che ci sono delle persone che incontri e impari a conoscere,
e poi ce ne sono altre che incontri e conosci già.
Con Owen la sensazione è questa.
Le nostre personalità sembrano completarsi a vicenda, come se ci conoscessimo da sempre. Fino a oggi non avevo idea di quanto avessi bisogno di una persona come lui nella mia vita, qualcuno che colmi i vuoti che Lydia ha creato nella mia autostima.


Sono davanti alla pagina bianca di word da più di un ora. Scrivo, cancello e poi riscrivo di nuovo quella che a quanto pare è la recensione più difficile da quando ho aperto il blog!
Colleen Hoover con il suo ultimo romanzo arrivato in Italia “Le confessioni del cuore” mi sta rendendo le cose davvero difficili.
Ho  una sola e gigantesca certezza quando inizio uno dei romanzi di Colleen: farà male! Sarà doloroso come un pugnale conficcato nel petto che viene sapientemente rigirato nella carne fino ad arrivare a pungolare il cuore.
Quindi ero certa di sapere in cosa mi stavo cacciando quando giovedì ho iniziato “Le confessioni del cuore”, tuttavia devo ammettere che non mi aspettavo di trovarmi tra le mani uno dei libri più dolorosi scritti da Mrs.Hoover; okay so che lo dico ogni volta, ma questa volta è dannatamente vero, dopo aver letto due pagine del prologo stavo già singhiozzando dentro un fazzolettino. E questo è un vero record anche per te Colleen.
Quindi, vi chiedo scusa se non proprio da che parte iniziare per scrivere questa recensione, perché non ne sono in grado.
Non. Sono. Capace.
Non so che parole utilizzare non solo per descrivervi la storia, ma anche per descrivervi le emozioni che sa regalare.
Semplicemente non posso.
Non posso perché ogni parola che mi viene in mente è terribilmente inadatta.
Potrei dire che è magnifico, che è meraviglio, che è un romanzo epico. E senza ombra di dubbio è tutte queste cose, ma non basta. Non sono sufficienti per descrivere l’ennesima magia che ha fatto Colleen Hoover. Sono scontate e banali. E se c’è una cosa che non è questa storia è proprio quella di essere scontata e  banale.

Questo non è il classico romanzetto rosa che mette insieme due personaggi e li fa innamorare a prima vista. C’è molto altro sotto.
Ci sono le confessioni.
C’è l’arte.
C’è la vita che spesso e volentieri è una merda.
E poi c’è il destino. Quel gran bastardo del destino che gioca con la nostra vita, che la scombussola che ci fa soffrire e poi ci mette su strade inaspettate regalandoci emozioni: altro dolore e se si è davvero fortunati, ogni tanto anche gioia.



Auburn Mason Reed e Owen Mason Gentry non sono solo i due protagonisti di questo romanzo che ci raccontano la loro storia a pov alterni. Non sono solo due personaggi che per uno strano scherzo del fato hanno lo stesso secondo nome (e forse questo è un segno), ma sono anche due persone messe nelle mani del destino e completamente inermi, come due marionette che si trovano a far parte di un disegno molto più grande di loro, dove tutto è già deciso e già stabilito nel minimo dettaglio. E dove loro non hanno alcuna voce in capitolo.
Questa è la storia di Auburn che quando aveva solo quindici anni ha perso tutto quello che aveva, e ha conosciuto la sofferenza e il dolore. Quel dolore che è causato dalla perdita di una persona cara.
Ora Auburn di anni ne ha venti e sta lottando con tutte le sue forze per non perdere di nuovo tutto.
Si è trasferita a Dallas in una città dove si sente completamente sola.
Il suo lavoro non le piace, ma ha talmente bisogno di soldi che è costretta a cercarsi un secondo lavoro per arrotondare e per lottare contro quel destino che continua a metterle i bastoni tra le ruote.
E così per caso mentre cammina per tornare a casa si imbatte in strana richiesta di auto:
 
CERCASI AIUTO 
 BUSSARE PER CANDIDARSI 
 CERCASI DISPERATAMENTE!!! 
 BUSSATE A QUESTA CAVOLO DI PORTA!!! 

E così,  per una strana fatalità, il caso la mette sulla stessa strada di Owen.
Anche Owen, come Auburn, ha conosciuto il lato peggiore della vita.
Anche a lui il destino ha offerto carte di merda.
E anche lui sa cosa significa soffrire.
Owen, un brillante artista enigmatico e terribilmente talentuoso, per vivere dipinge quadri meravigliosi che nascono dalle confessioni che i passanti scrivono su bigliettini che poi  infilano nella sua cassetta della posta.
Ha un disperato bisogno di aiuto, la sua segretaria ed ex-ragazza l’ha piantato in asso proprio il giorno in cui ha una mostra da organizzare, e ha bisogno di qualcuno che lavori per lui.

«Sei qui per salvarmi?»
chiede, riportando la mia attenzione sui suoi occhi.
Mi sta sorridendo mentre tiene la porta aperta.
 Mi osserva dalla testa ai piedi,
e non posso fare a meno di chiedermi cosa stia pensando.
Guardo il cartello CERCASI AIUTO e
tento di immaginare il milione di scenari nel quale potrei incorrere
se rispondessi  di sì alla sua domanda e lo seguissi
all’interno dell’edificio.
 

Quindi è semplice: lei ha un disperato bisogno di un lavoro.
Lui ha un disperato bisogno di aiuto.
È così che Auburn diventa la sua nuova segretaria.
Fin da subito il loro rapporto evidenzia una forte complicità, e un irresistibile attrazione. Si sentono fortemente legati ed entrambi hanno la sensazione che le cose possono finalmente andare per il meglio.
Forse possono salvarsi l’un l’altra ed essere felici…
Ma il destino è cattivo e spietato…
Auburn ha una condizione difficile da affrontare e non può permettersi passi falsi, e Owen nasconde segreti che vorrebbe tanto svelare e condividere con lei. Ma nessuno lo sa meglio di lui, le confessioni possono essere distruttive come una bugia raccontata per proteggere.

So che  è abbastanza enigmatica questa recensione. E per quanto vorrei svelarvi molte più cose non posso farlo. Ed è proprio per questa ragione che dovete leggere questo libro. Dovete leggerlo e farvi trasportare dalla magia di Colleen Hoover.
Sarà doloroso? Terribilmente.
Farà piangere? Verserete lacrime a fiumi.
Spezzerà il cuore? Assolutamente.
Ma ne vale la pena.
Vale la pena immergersi nella storia di Auburn e Owen.
Vale la pena soffrire per loro e piangere con loro, e per loro, per le carte orrende che la vita gli ha
dato in mano. Ne vale la pena per il semplice fatto che l’autrice di questo romanzo è Colleen Hoover. Un nome che è una garanzia, e forse sarò di parte perché lei è la mia autrice preferita – ho letto in tutto otto romanzi firmati dalla sua penna e mai una volta che mi abbia delusa o non soddisfatta al 100%.
I temi che tratta in questa storia sono tanti e tutti molto attuali e molto delicati, si spazia dalla malattia alla morte, all’abuso di sostanze stupefacenti e la dipendenza che ne consegue, e lo stupro perfino. Ma la Hoover li tratta tutti con estrema delicatezza ma con la forza necessaria per colpire il cuore e per fare male.
Owen e Auburn – i due protagonisti – sono due personaggi normali talmente veri e reali che perforano le pagine, e  il lettore entra immediatamente in sintonia con loro perché è facile immedesimarsi in loro e far si che il loro dolore e la loro sofferenza divenga quella del lettore.
Non ho potuto far altro che fare il tifo per Auburn, e sperare che per lei la vita diventasse un po’ più semplice. È una protagonista adorabile,e ho pianto con lei nei momenti più tristi, ma anche sorriso negli attimi spensierati e ovviamente ho sospirato come una ragazzina innamorata quando Owen la corteggiava.
Owen è il perfetto Book Boy-friend in pieno stile Hoover. Se avete amato Will, Holder, Ridge, Miles e Ben non potrete far altro che amare pazzamente anche Owen. Perché lui è un artista affascinante con una zazzera di capelli scuri che incorniciano due penetranti occhi verdi. Non è  il classico ragazzo tutto muscoli e tatuaggi che conquista con i suoi burberi modi da maschio-alfa. Lui è di una dolcezza e sensibilità disarmanti e protegge chi ama sacrificando anche se stesso se necessario.

Insomma, la sto facendo terribilmente lunga e non voglio annoiarvi ulteriormente; tutto quello che vi dico è leggete questo romanzo, perché in questa storia dolorosa niente è lasciato al caso ma tutto è sapientemente costruito e ruota attorno sia al destino, che spesso si prende gioco di noi, che all’arte che ha un ruolo fondamentale all’interno della storia.


A tal proposito vorrei fare un appunto, una cosa che non mi è per niente piaciuta perché a mio avviso rovina lo splendido lavoro della Hoover.
Nel versione originale del libro – così come in quella italiana – ci sono le immagini dei dipinti che hanno un ruolo fondamentale nella storia. Nella versione originale sono a colori e sono immagini meravigliose, nella versione italiana sono in bianco e nero. E lasciatemi dire che è  inaccettabile, non solo considerato il prezzo del libro cartaceo - 14,90 euro - ma anche perchè non rendono affatto giustizia, ed è un peccato mortale rovinare un capolavoro come questo. Ovviamente questa considerazione non influisce sul mio voto che rimane sempre di 5 stelline, perché Colleen non ha alcuna colpa sulle scelte editoriali fatte in Italia.    
Il mio voto:



26 commenti:

  1. Ciao :-) non ricordo se è la prima volta che commento, quindi: piacere!
    Di Colleen Hoover, al momento, ho letto solo Slammed e Hopeless ma sono decisa a recuperare tutti i suoi romanzi perché sono gli unici del "genere" che riesco a leggere.
    E credo proprio che prenderò le versioni originali - in particolare per non perdermi i colori di quelle bellissime opere d'arte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Veronica, piacere mio ;)
      La Hoover per me è mitica e se leggi in lingua ti consiglio caldamente la versione originale.

      Elimina
  2. Ne parlate tutti così bene della Hoover, credo che dovrò iniziare a leggere qualcosa di suo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Christy, la Hoover è favolosa. Io l'adoro e forse sono di parte ma se non hai mai letto nulla di suo ti consiglio di provare! Non saprei consigliarti con quale iniziare io li ho amati tutti!!!

      Elimina
  3. Ti capisco perfettamente, anche a me la Hoover fa questo effetto e proprio per questa ragione non ho ancora recensito il libro. :)
    Per quanto riguarda i capolavori artistici posti in bianco e nero hai ragione, infatti ho visto molti lettori arrabbiati, come possono privarci di un pezzo di storia in questo modo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jen, con la Hoover faccio davvero fatica a scrivere le recensioni non trovo mai le parole adatte, e sembro un disco rotto perchè ripeto sempre le stesse cose un pò in tutte le recensioni che scrivo su i suoi libri!
      é stata una spiacevole sorpresa quella dei disegni in bianco e nero, soprattutto perchè in genere la Hoover la leggo in lingua, ma per pigrizia con questo ho deciso di aspettare la versione italiana, siccome sapevo che ne erano stati acquistati i diritti da noi... e be, la mia pigrizia mi ha punita!! Un vero peccato, spero che la CE capisca l'errore e che con la prossima ristampa rimedi all'errore... ma purtroppo ho dei seri dubbi!

      Elimina
  4. io amo la hoover, io amo la hoover.... e se non lo avete ancora capito io LA AMO
    scrive dei capolavori, ogni volta che vedo un libro firmato a suo nome lo prendo senza neanche guardare tanto so che vi troverò un piccolo gioiello dentro.
    bellissima recensione!!! il libro è già sulla libreria che aspetta di essere letto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francy ciao!!!
      Siamo in due, anch'io la amo pazzamente. E spero che qualche Casa editrice acquisti i diritti di November 9 perchè anche quello è un assoluto capolavoro. In oltre qualche giorno fa la Hoover ha dichiarato su instagram che ha scritto un nuovo libro e lei stessa ha detto che è la storia più triste che abbia mai prodotto... e la cosa mi preoccupa ma mi rende anche impaziente perchè non vedo l'ora di leggerlo!
      Fammi sapere cosa ne pensi quando leggerai confess, sono certa che l'adorerai!

      Elimina
  5. Le tue dettagliate, accurata e bellissimi recensioni mi fanno sempre venire una gran voglia di saperne di più Ovviamente leggerò questo libro perchè ormai questa autrice è una delle scrittrici che sto preferendo di più. E' davvero brava e capisco benissimo la tua incertezza iniziale a provare a scrivere una recensione e non sapere cosa fare, questo succede quando la scrittrice è davvero brava e la storia appena letta ci resta dentro e questo è proprio il caso della Hoover

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, la Hoover è l'autrice con cui faccio più fatica a scrivere una recensione! Adoro i suoi romanzi e le emozioni che regalano ma descriverle è impossibile ;) Sono curiosa di sapere il tuo parere ;)

      Elimina
  6. Owen... quando parlava lui ero imbambolata! Dialoghi intensi e bellissimi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao caa, è vero Owen ha la capacità di stregare con le sue parole.

      Elimina
  7. Ciao Frency! Inutile, la Hoover non delude mai e anche questa volta ha saputo scrivere una storia emozionante <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica, verissimo. Questa donna non delude mai, ora aspetto con ansia il prossimo suo scritto!

      Elimina
  8. Devo assolutamente leggerlo...e presto!!

    RispondiElimina
  9. Ciao! Lo sto leggendo proprio in questo momento e non posso che essere d'accordo con tutto quello che hai scritto! Amo alla follia la Hoover! OMG!! (Riferimenti puramente casuali *-*) Per quanto riguarda le immagini, appena in libreria ho preso il libro in mano sono andata subito a cercare se nella versione italiana le avessero inserite. Quando le ho viste ho tirato un sospiro di sollievo, ma poi mi sono accorta che erano in bianco e nero e mi ha assalito la delusione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara,
      Ahahaha l'acronimo OMG non avrà più lo stesso significato per me ^_^

      Elimina
  10. Della Hoover leggo pareri positivi in continuazione.. il libro mi ispira molto, merito della tua bella recensione! l'unico neo è il fatto che sia mooolto commovente.
    Visto il brutto periodo che sto passando questo tipo di libri non mi aiuta molto... ma lo metterò da parte per i periodi più sereni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      la Hoover è bravissima ma ha la capacità di spezzare il cuore, quindi se stai passando un brutto momento ti conviene aspettare un attimo e leggerlo più avanti e concentrati ora su qualcosa di divertente e spensierato!
      Spero che il brutto momento passo presto ^_^

      Elimina
  11. É la prima volta che commento, ma ti seguo giá da un po'.. La Hoover la dovevo commentare.. Concordo su tutto quanto scritto nella recensione.. Io l'ho semplicemente adorato. Da quando ho letto la trama, ho preso a cuore questo libro e l'autrice mi ha ripagato! Ho adorato OMG!! Questo libro parla di amore ma anche di sacrificio, quello fatto senza voler niente in cambio. X le immagini purtroppo solo commenti negativi, quadri bellissimi, pieni di colori, ma vederli in bianco e nero fa piangere il cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica, mi fa piacere che tu abbia commentato... anche se non riesco a rispondere subito cerco sempre di rispondere a tutti i commenti perchè mi piace confrontarmi con altri lettori come me, quindi sentiti libera di commentare quando vuoi!
      Ho visto che in moltissimi si sono lamentati delle immagini, mi auguro che per la prossima ristampa del romanzo la CE capisca l'errore e rimedi perchè è un vero peccato! Sono d'accordo con te su tutto quello che hai detto!

      Elimina
    2. Grazie!! 😍 si vedo spesso che rispondi ai commenti e mi piace molto! Speriamo che ristampino con le immagini a colori!

      Elimina
  12. Cara Frency, io l'ho finito ieri sera e devo ancora riprendermi.
    Con Colleen è sempre così. Sempre. Ma penso che con questo libro abbia davvero superato se stessa.
    Non riesco a trovare le parole per esprimere cosa abbia scatenato in me... è la numero uno.
    Unica nota stonata il bianco e nero dei quadri. L'arte è colore, però sono sincera: mi darebbe un po' fastidio se nella prossima ristampa non fossero più come li hanno stampati nella prima, io li ho spesi quei soldi e non sarebbe giusto perché dovevano essere stampati a colori fin dall'inizio.

    RispondiElimina
  13. Libro fantastico. ..ma si sa l'autrice nn delude mai!
    Lo consiglio a tt.
    Nn riuscirete a staccarvi dalla lettura.

    RispondiElimina
  14. Frency concordo con te assolutamente per quanto riguarda la questione delle immagini in bianco e nero nelle copie italiane, anche perchè erano di fondamentale importanza per la comprensione della storia. Questo libro mi ha mandato in delirio, mi ha affascinato tantissimo l'idea delle confessioni da imbucare anche se la cosa a tratti mi ha anche impressionato. E' stato, come tutti i libri della Hoover, un libro che ho letteralmente "divorato", mi ha fatto emozionare parecchio, soprattutto la strana vicenda della sensazione dei personaggi di conoscersi da sempre. Quando sono arrivata alla fine sono scoppiata in lacrime (ed è una cosa che non mi capita mai), non so cos'altro dire. Amo questi romanzi e il suo modo di scrivere, non vedo l'ora di poter leggere i suoi nuovi "gioielli", tutti diversi e non paragonabili l'uno all'altro :)

    RispondiElimina