giovedì 20 agosto 2015

RECENSIONE: I QUATTRO PROTETTI - CHIARA CILLI

 Titolo: I quattro protetti

Serie: La guerra degli Dei

Autrice: Chiara Cilli

Casa Editrice: Self-Publishing

Data di pubblicazione: Marzo 2015

Pagine: 328

Trama:

Il mio nome è Calen.
Sono un Emissarius, un agente segreto al servizio del Re della Nova Terra.
Ma non sono un soldato comune.
Io e i miei tre compagni siamo i Carnificēs, la squadra numero uno dell'intera Academīa.

Noi vinciamo sempre.
Noi non perdiamo mai.
Noi siamo invincibili
.

Ma siamo anche qualcos'altro.
Qualcosa che va oltre ciò in cui abbiamo sempre creduto.
Qualcosa che cambierà per sempre le nostre vite.
I nostri nemici sono usciti allo scoperto.
La verità è stata svelata.
La lotta per conquistare ciò che ci appartiene è cominciata.
Una guerra che mai avremmo pensato di sostenere è alle porte.
E noi non abbiamo scelta.

Combatteremo.


Cosa Penso:

Buongiorno a tutti Readers, 
ho finito di leggere "I quattro Protetti" proprio ieri sera, e volevo aspettare un attimo prima di parlarvene, far passare qualche giorno, perchè in genere preferisco non scrivere recensioni a caldo, ma la verità è che questo romanzo mi ha entusiasmata talmente tanto che mi prudevano le dita dalla voglia di parlarvene, sentivo il forte bisogno di  battere freneticamente le dita sulla tastiera per esporvi il mio pensiero. Quindi, ecco qui la mia recensione. 


"Amavo ridere con i miei amici e comportarmi come una ragazza normale.
Ma non lo ero.
Nessuno di noi lo era.
Eravamo agenti segreti,
e i soldati non scherzano,  né provano sentimenti.
Questo ci avevano insegnato il primo giorno che avevamo messo piede in questa prigione di lusso."
I quattro protetti” è il primo romanzo della serie urban fantasy La Guerra degli Dei di Chiara Cilli.
Conosco questa autrice, ho letto diversi romanzi scritti dalla sua formidabile penna e una cosa mi è chiarissima: Chiara non delude mai. Che si tratti di Erotic Suspense (The MSA trilogy), di Dark Romance ( Blood Blonds trilogy) o di Urban Fantasy lei non sbaglia un colpo. Posso definirla un autrice a tuttotondo capace di destreggiarsi in modo più che eccellente tra i generi letterari che più amo. E con questo romanzo me lo ha ampiamente confermato.

Devo ammettere con assoluta onestà, che inizialmente ero un po’ scettica su questa serie – non so per quale motivo ma credevo che mi avrebbe delusa. Forse pensavo che un autrice così brava nello scrivere romanzi erotici o dark non fosse altrettanto brava nello scrivere romanzi fantasy. Ecco, mi sono sbagliata alla grande! Perché appena ho iniziato questo libro mi è stato chiarissimo che la Cilli mi avrebbe, ancora una volta,  intrappolata nella sua magia.

Fin dalle primissime pagine di “I quattro protetti” mi sono trovata catapultata in un mondo magico assieme ai protagonisti di questa storia.
Calen, Cal per gli amici, è la protagonista indiscussa.
Cal non è una normale ragazza di ventun’anni, lei è un emissario del re. Un soldato qualificato ed estremamente capace. Tanto in gamba da essere una dei quattro Carnifices – una squadra segreta di agenti sotto copertura impegnati a salvare la loro terra – la Nova Terra – dall’invasione della Regina di Akane – la somma sovrana di Tenebrarum Caput.
Cal, Falas, Dik e Naur sono i migliori emissari del Re, i magnifici quattro.
Forti, potenti e spietati sono i migliori soldati di cui il Re dispone e sono superimpegnati in missioni pericolosissime e assolutamente top secret. Missioni dove non c’è spazio per distrazioni perché anche il più piccolo errore può essere fatale.
È proprio durante una di queste pericolosissime missioni che i quattro ragazzi fanno delle scoperte sconvolgenti destinate a cambiare tutto il loro mondo: la magia esiste e loro potrebbero esserne coinvolti molto più di quanto credono!
Ma non è tutto, perché le sconcertanti verità scoperte li mettono davanti al fatto che qualcosa sta cambiando, una guerra sta per iniziare e loro non possono far altro che combatterla e fare di tutto per uscirne vincitori.

Della trama non vi svelo di più, vi lascio il piacere di scoprire tutti i succosi dettagli e gli innumerevoli colpi di scena che Chiara ha architettato per noi.
I Quattro protetti” è un  romanzo super avvincente e vi sfido a non farvi coinvolgere nella storia di Cal e i suoi amici.
Chiara, ancora una volta, è stata davvero bravissima.
Con il suo stile magico, fresco e avvincente ed estremamente appassionante ha creato un mondo del tutto nuovo, che ci viene presentato con descrizioni attente e minuziose in modo tale che noi lettori possiamo prendere famigliarità con quei luoghi e quegli ambienti in cui si svolgerà la vera e propria azione. “I quattro protetti” è il primo romanzo di una serie urban fantasy, e come spessissimo accade in questo tipo di libri, il primo della serie fa un po’ da spartiacque a tutti gli altri. È come se questo libro fosse una sorta di introduzione in cui ci viene spiegato com’è strutturato il mondo che l’autrice ha creato per noi. Ad ogni modo, anche se mi è parso un romanzo leggermente introduttivo non mancano azione e colpi di scena che lasciano letteralmente senza fiato e che incatenano il lettore alle pagine e impongono di cliccare freneticamente il tastino di volta  pagina del kindle per scoprire cosa accade.
I personaggi sono numerosi ma tutti ben caratterizzati, e se in un primo momento ho fatto un po’ di confusione poco alla volta mi sono affezionata ad ognuno di loro e mi è stato davvero impossibile non amare tutti i Carnifices.
Cal è la protagonista e voce narrante. Una vera eroina, e mi è piaciuta tantissimo fin dall’inizio. È in gamba, forte e determinata e non si tira mai indietro quando è in missione, anche quando se la fa sotto dalla paura lei è addestrata per tenere fuori le emozioni e non farsi mai sopraffare.
Calen dietro al suo atteggiamento da dura nasconde un animo sensibile e un gran bisogno di affetto e di calore umano, e lo dimostra continuamente andando alla ricerca di attenzioni soprattutto maschili. Questo suo bisogno di affetto la spinge spesso tra le braccia di ragazzi bellissimi come il principe Aidan, o, il suo misterioso coinquilino dagli occhi acquamarina.
Mi è piaciuto moltissimo il rapporto che ha con i suoi compagni di squadra. Un grandissimo affetto li unisce, ed è chiaro che sono legatissimi l’uno con l’altro.

Mi ha  intrigato moltissimo il rapporto che ha con Falas.
Falas è sicuramente quello che maggiormente mi ha colpita. Tenebroso e misterioso è il classico ragazzo per cui potrei perdere la testa – e non è un caso se è il mio preferito tra i tre maschioni super sexy amici di Cal.
Tra Cal e Falas in questo romanzo c’è una potentissima attrazione che li spinge l’uno verso l’altra, una forza bruciante fatta di sguardi magnetici capaci di creare emozioni che travolgono con la forza di un treno lanciato a tutta velocità, e che lasciano senza fiato come un poderoso pugno assestato al centro dello stomaco.  Ma in questo romanzo tra di loro l’attrazione  non viene sfogata, non c’è un vero e proprio avvicinamento in quel senso e tutto è lasciato in sospeso, spero di vedere un avvicinamento più netto nel secondo romanzo. Ma non mi voglio illudere, ormai credo ci conoscere abbastanza bene Chiara da sapere che nei suoi romanzi nulla è come sembra…
Fece un passo avanti, investendomi con il suo corpo atletico, e mi schiaccio tra sé e l’armadio.
La sua mano si intrecciò alla mia,
trascinandola lungo l’anta di legno, sopra la mia testa.
Mi posò due dita sulla bocca, boccheggiando come me, gli occhi annegati nei miei. Premetti la mano libera sul suo petto, non per respingerlo,
ma per sentire la velocità assurda con cui galoppava il suo cuore.
Mi sentivo avvampare e allo stesso tempo congelavo.
Le nostre fronti si toccarono, le punte dei nostri nasi sfregarono l’una contro l’altra e le nostre labbra chiamarono il nome dell’altra, ad un passo dal non separarsi mai più. 
E poi ci sono Dik e Naur, i due compagni e amici fidati. Sempre pronti a proteggere e guardare le spalle all’unica donna del gruppo.

Ecco, come al solito mi sono fatta prendere la mano  e mi sono dilungata troppo.
Nel caso non fosse chiaro, consiglio a tutti questo romanzo super avvincente e ricco di colpi di scena. Ora vi saluto perché sul kindle c’è il seguito – “L’ultima alba” che mi reclama a gran voce e vuole essere letto a tutti i costi. Stay tuned ragazzi prossimamente la recensione del secondo”

Il mio voto:
 L'AUTRICE



Nata il 24 Gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dall'adult fantasy all'urban fantasy, dall'erotic suspense al dark contemporary. Ama le storie d'amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.

Tra le sue opere troviamo:


EROTIC SUSPENSE
The MSA Trilogy

DARK CONTEMPORARY
Blood Bonds

ADULT FANTASY / URBAN FANTASY
La Regina degli Inferi
#1 Il risveglio del Fuoco (Edizioni Tabula Fati)
#1.5 Assaporare il Fuoco
#2 Prigionia Mortale
#3 L'Ultimo Respiro
#4 Deserto di Sangue

La guerra degli Dei
#1 I quattro Protetti
#2 L'ultima Alba

ALTRI ROMANZI E RACCONTI AUTOCONCLUSIVI
La Promessa del Leone
Sei sempre stato tu (Sperling & Kupfer – Sperling Privé)

5 commenti:

  1. Non ho mai letto niente di quest'autrice, ma ne sto sentendo parlare tantissimo. Quindi, dopo la tua recensione, non posso evitare di metterlo in wishlist.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria, aggiungi aggiungi in WL non te ne pentirai. Per avere un idea di quelle che scrive puoi clickare su titoli scritti in rosa e leggere le recensioni dei suoi romanzi che ho già letto!

      Elimina
  2. Va bene, lo faccio volentieri :)

    RispondiElimina
  3. *________________* GRAZIE per questa bellissima recensione!!!
    Sono contenta che finalmente qualcuno si sia schierato nel #TeamFalas ahahahahahah
    yeah ;) :D ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di niente Chiara!!!
      Anche gli altri maschietti sono davvero affascinanti ma il bel tenebroso ha quel qualcosa in più che mi fa tifare per lui, quindi si, #TeamFalas <3

      Elimina