sabato 3 ottobre 2015

RECENSIONE: VOLEVO SOLO TENERTI VICINO - NYRAE DAWN

Titolo: Volevo solo tenerti vicino

Serie: Games #1

Autrice: Nyrae Dawn

Casa editrice: Fabbri Editori

Data di pubblicazione: 1 ottobre 2015

Prezzo: € 15,90

Trama:

Per quanto si sforzi di apparire una ragazza spensierata come tutte le altre, Cheyenne non ha avuto una vita facile: non ha mai conosciuto suo padre, e un giorno anche la madre è sparita nel nulla. Mille domande senza risposta tormentano la sua esistenza e i fantasmi del passato, difficili da sconfiggere, sembrano accompagnarla in ogni decisione, ogni luogo, ogni pensiero. Quando scopre che Gregory, il suo fidanzato, l’ha tradita con una compagna di college, comincia l’ennesima sfida: ripartire da capo, all’università, senza di lui e senza i vecchi amici, le poche certezze che le erano rimaste. Ma forse esiste una via d’uscita dagli incubi che la tormentano. Il suo nome è Colton, uno studente del terzo anno con gli occhi azzurri luminosi e sinceri e una diffidenza innata nei confronti del mondo. Anche se in apparenza lui e Cheyenne sono poli opposti, in realtà hanno parecchie cose in comune: un passato difficile alle spalle e un futuro incerto di fronte. La loro storia comincia con una scommessa: lui accetta di recitare la parte del fidanzato per far ingelosire Gregory e lei, in cambio, gli offre del denaro per aiutare la madre malata. Il loro rapporto, però, diventa presto ben più di un gioco. Cheyenne comincia suo malgrado ad affidarsi a Colt, che dietro l’aspetto da bad boy nasconde un cuore gentile e premuroso, e lui le permette di entrare a far parte della sua vita e di scoprire il suo lato più nascosto. Ma abbassare le difese e aprire il proprio cuore può essere molto rischioso…

Cosa Penso:

«Sono stanco di scappare. Voglio qualcosa di integro. Qualcosa che non sia a pezzi o non stia morendo. La vita della mamma è stata sempre difficile. Sua madre era una tossicodipendente, mio padre un drogato e uno spacciatore. Tu sei l’unica cosa reale. Non sfuggirmi, piccola ballerina.»
Le sue parole riverberano nel mio cuore, lo riempiono fino ad esplodere.
«Non vado da nessuna perte.» Rispondo. Gli angoli della sua bocca si sollevano in un sorriso sexy che gli scava due fossette nelle guance.  «Con te mi sento più reale di quanto lo sia stata con chiunque altro nella mia vita» 

Ci sono quei libri per cui non nutri nessuna aspettativa.
Libri che inizi contro voglia convinta che contengono storie noiose e perfino banali. E spesso e volentieri sono proprio quelli, i libri, che sanno sorprenderti di più perché appena immergi il naso tra le pagine ti rendi conto di aver commesso un terribile errore di valutazione e capisci di trovarti davanti ad uno di quei libri che non solo ti incatenano alle pagine ma che ti entrano talmente tanto sotto la pelle, insinuandosi profondamente nella tua anima, e che alla fine  ti rubano un pezzetto di cuore. E sono proprio quelli i libri di cui serberai per sempre un ricordo bellissimo.
Ecco, “Volevo solo tenerti vicino” è uno di questi romanzi. Un romanzo da cui non mi aspettavo nulla ma un romanzo che mi ha sorpresa talmente tanto che mi ha fatto innamorare.
Sto scrivendo questa recensione a caldo, so che non va bene scriverle in questo modo, ma sarebbe meglio metabolizzare un pochino il romanzo e schiarirsi le idee, ma le mani mi prudono dalla necessità di parlarvi di questo libro. E quindi, eccomi qui!
Vi chiedo scusa se la mia recensione sarà delirante, folle e incomprensibile. Ma questo libro mi ha totalmente conquistata e i pensieri si affastellano nella mente e la mano che scrive non riesce a starci dietro.

 Volevo solo tenerti vicino” è il tipico New Adult – che molte di noi amano e di cui io sono alla continua ricerca –che contiene tutti gli elementi fondamentali che caratterizzano questo genere. Un mix delizioso di tanto love che non può mai mancare in un romance che si rispetti, una buona dose di dramma che fa versare lacrime a fiumi, e due protagonisti di cui è impossibile non affezionarsi. Oh, è quasi dimenticavo uno degli elementi che mi piacciono di più un romance… il lui della questione è un bad boy tutto muscoli, tatuaggi e sregolatezza ma con il cuore più dannatamente dolce che esista! Mixate insieme questi ingredienti e vi garantisco che il risultato sarà sorprendente.

Questo romanzo è la storia di Cheyenne – Chey – e Colton.
Chey è una matricola al primo anno di college, ha lasciato il liceo i suoi amici per seguire il ragazzo con qui sta da due anni – Gregory – e frequentare, così,  la stessa università.
Peccato che dopo appena due settimane lo sorprende a letto con un altra, e apparentemente non è neppure la prima volta che la tradisce, lo stronzo!
Chey è arrabbiata, infuriata e sconvolta ma è più che decisa a dargli una lezione. È più che decisa a dimostrargli che il suo tradimento non l’ha minimamente segnata o scalfita riportando alla luce vecchi ferite del passato, mai rimarginate. Tutto quello che Chay vuole è dimostrargli che non ha nessun bisogno di lui. Vuole dimostrargli di essere una ragazza perfettamente autonoma e indipendente.
Poi c’è Colton – Colt – lui è il classico bad boy tutto muscoli, tatuaggi e sregolatezza. Conduce una vita decisamente oltre il limite della legalità.
Ha un sorriso sfrontato corredato di deliziose fossette, un atteggiamento arrogante ma con il suo corpo muscoloso e i suoi penetranti occhi blu – che sono capaci di scrutarti l’anima – i suoi capelli biondi perfettamente spettinati è dannatamente irresistibili. Ed è l’esatto opposto di Gregory, ed è proprio quello che serve a Chey per ottenere ciò che vuole e lo coinvolge in un gioco. Un gioco in cui lui dovrà fingersi il suo premuroso ragazzo in cambio di soldi per la madre gravemente malata.


Apparentemente Colt&Chey sono agli antipodi, come il giorno e la notte. Principessa viziata lei, con i suoi setosi capelli scuri, il fisico da ballerina e i suoi numerosi vestitini sexy. Badass arrogante e strafottente lui. Ma per quanto sulla carta sembrano distanti, e visti dall’esterno totalmente incompatibili, nella realtà insieme sono perfetti l’uno per l’altra, e, hanno in comune molte più cose di quante si aspettassero.
Chey&Colt sono due anime corrotte entrambi hanno un passato fatto di sofferenze e dolore immenso e un futuro incerto. Indossano entrambi delle maschere per nascondere al resto del mondo la loro reale natura, un meccanismo di difesa che entrambi utilizzano per non mostrarsi fragili e vulnerabili e quando la maschera che indossano cade, bè,  è semplicemente meraviglioso!
Cheyenne soffre da tutta la vita.
Quando era solo una bambina la sua mamma l’ha abbandonata e lasciata da sola, e quell’evento ha condizionato tutta la sua vita e ogni sua relazione. Ha condizionato i rapporti con gli amorevoli zii che l’hanno cresciuta come una figlia, e con loro ha sempre cercato di mantenere le distanze.
Ha condizionato i rapporti con Gregory. Lei non si è mai aperta davvero con lui, non gli ha mai mostrato il suo essere fragile ma ha sempre cercato di essere forte e indipendente e non gli hai mai permesso di conoscerla davvero, non gli ha mai aperto davvero il cuore.
Da quando è piccola Cheyenne ha arginato il suo cuore e la sua anima dietro una spessa muraglia e non ha mai fatto avvicinare troppo nessuno, solo in questo modo non avrebbe sofferto troppo per un altro abbandono.
La maschera che indossa è quella della donna forte, ma è tutta una menzogna, e solo Colton riesce poco alla volta farla cadere e aiutarla a sconfiggere i suoi demoni. 

«Promettimi che… che domani dimenticherai quello che ho detto, ma questa notte… per favore… tienimi al sicuro.» 
Le sue parole mi mozzano il respiro. 
È come se mi avesse tirato un pugno. 
«Con me sei al sicuro» rispondo. 

Anche Colton come lei indossa una maschera. La sua è la maschera dello stronzo.
Colt non vuole mostrare a nessuno la sofferenza che ha dentro. La vita gli ha giocato delle carte di merda, suo padre era uno spacciatore e un drogato che lo ha abbandonato quando era solo un bambino, è stato cresciuto in modo estremamente umile da sua mamma, una donna eccezionale che si è fatta in quattro per dargli una vita degna di questo nome. Ma ora sua madre è gravemente malata e i suoi giorni sono contati e Colt è letteralmente a pezzi.
Quando il suo “schermo protettivo”  cade  e ci mostra la sua reale natura scopriamo un ragazzo con un cuore immenso con una sensibilità e una dolcezza sorprendenti, e sono più che certa che vi innamorerete di lui all’istante, proprio come ho fatto io.
Colton dona anima e cuore quando tiene a qualcuno. E quando ama lo fa davvero con tutto se stesso e lo dimostra continuamente nei piccoli gesti che compie per sua madre, e soprattutto lo dimostra con Chey. 

«La sto perdendo» mi sfugge dalle labbra. «Sto perdendo mia madre, cazzo. Non voglio più perdere qualcuno che amo. Non voglio perderti. » non so da dove provengono queste parole, però non riesco a trattenerle. «Mi comporto quasi sempre come un idiota, ma tu mi rendi una persona migliore. Non voglio perderti, ti amo. Non voglio perderti.»
«Anche io ti amo, e non sto andando da nessuna parte. Ci completiamo.»

Lui è l’unico ad aver capito che quella ragazza mente al mondo, e, che i suoi occhi nascondono dolore. Ed è l’unico che sta accanto alla vera Chey.
In pochissimo tempo quello che è nato come un semplice gioco si trasforma in qualcosa di vero, autentico e reale e soprattutto bellissimo. Un qualcosa di travolgente e passionale dove Colton e Chey sono l’uno la roccia dell’altro. Si  aiutano, si supportano e si danno forza a vicenda. In una sola parola si amano.  

Credo sia inutile dire che ho amato questo libro e questa storia. Nyrae Dawn con il suo stile dannatamente semplice che rende il romanzo fluido e incalzante è riuscita ad incollarmi alle pagine, l’ho letto in tempo record e questo grazie anche all’uragano di emozioni che mi ha investita durante la lettura. Ho pianto. Ho pianto tanto versando fiumi di lacrime perché in alcuni punti la storia mi ha strappato il cuore da petto per poi restituirmelo colmo di amore nelle scene più dolci.
E niente, anche questa volta ho scritto una recensione interminabile e spero davvero non avervi annoiato, ma quando amo un romanzo è difficile non lasciarsi prendere dall’entusiasmo.

Il mio voto:

9 commenti:

  1. Devo assolutamente comprarlo *.* Mi hai incuriosita ancor di più Frency!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me è piaciuto tanto e ho pianto a dirotto!

      Elimina
  2. Devo assolutamente comprarlo *.* Mi hai incuriosita ancor di più Frency!!!

    RispondiElimina
  3. Anch'io voglio leggere questo libro e in effetti non avevo molte aspettative, ma questa recensione mi ha conquistata e ora lo inizierò al più presto *-* I bad boy piacciono anche me, soprattutto se hanno l'indole dolce che hai descritto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettative zero ed è stata una vera sorpresa. Una storia triste ma davvero bella... Non so forse sono io che ho le lacrime facili, ma ho pianto come una fontana!

      Elimina
  4. Bellissima recensione! :) Devo leggerlo...appena sarà disponibile l'ebook sarà mioooo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verro a leggere la tua recensione Gaia, spero che ti piaccia come è piaciuto a me!

      Elimina
  5. letto e recensito adesso e mi trovo ancora una volta completamente daccordo con te, bellissima come sempre la tua accurata recensione, è stata una bella scoperta un bel libro davvero

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, grazie. Ho letto la tua recensione e sono felice che ti sia piaciuto ;)

      Elimina