sabato 21 novembre 2015

RECENSIONE: NOVEMBER 9 - COLLEEN HOOVER


Titolo: November 9

Autrice: Colleen Hoover

Casa Editrice: Atria Books – Inedito in Italia

Data di pubblicazione: 10 novembre 2015

Pagine: 307

Trama:

Colleen Hoover ritorna con una indimenticabile storia d’amore tra uno scrittore e la sua inaspettata musa. 
Fallon incontra Ben, un aspirante scrittore, il giorno prima del suo trasferimento a NewYork. La loro prematura attrazione li porta a trascorrere insieme l’ultimo giorno a Los Angeles di Fallon, e la sua vita diventa l’ispirazione che Ben ha sempre cercato per scrivere il suo romanzo. Il tempo passa e loro continuano a vivere la loro vita separati, Fallon a New York e Ben a Los Angeles, ma continuano a vedersi ogni anno sempre lo stesso giorno. Fino a che un giorno Fallon iniziare a  dubitare di Ben e non sa se lui le ha raccontato la verità, o se ha creato una realtà perfetta per il perfetto colpo di scena. 
La relazione tra Fallon e Ben – e contemporaneamente il suo romanzo – può essere considerato una storia d’amore se finisce con un cuore spezzato?

Cosa Penso:

«Una delle cose che cerco di ricordare a me stessa è che tutti portano delle cicatrici» dice, «alcune sono addirittura peggio delle mie, la sola differenza è che le mie le possono vedere tutti, quelle della maggior parte delle persone sono nascoste.»



Oh mio Dio. Mio Dio. Mio Dio.
Ancora una volta Colleen Hoover mi ha lasciato senza parole, con gli occhi rossi e gonfi per le lacrime versate, con il respiro rotto dai singhiozzi faticosamente trattenuti, e con il cuore in tumulto per il caleidoscopio di emozioni che mi ha fatto provare.
Ebbene si ragazzi, la Hoover ancora una volta ha scritto un romanzo che è un vero e proprio gioiello. Una storia del tutto unica. Una storia che fa innamorare, che spezza il cuore in un milione di piccoli pezzi e che fa piangere fiumi di lacrime, ma che poi, come al solito, fa palpitare il cuore guarendolo da tutte le ferite che ha inferto con la lama tagliente delle sue parole.

Ho terminato la lettura mercoledì sera e volevo far passare un po’ di tempo prima di mettere nero su bianco il mio pensiero, avevo bisogno di tempo per metabolizzare il carico esplosivo di emozioni che mi ha fatto scoppiare nel petto, ma non riesco più ad aspettare, devo parlarvi di questo romanzo, e devo farlo subito. Sono consapevole che con questa mia recensione non riuscirò a trasmettere nessuna delle emozioni che la Hoover mi ha suscitato, so che questa recensione non renderà minimamente giustizia al romanzo e vi chiedo scusa per questo. So che molti di voi non potranno leggerlo perché è ancora un romanzo inedito in Italia, e non so se sono stati acquistati i diritti da qualche editore italiano, ma mi auguro davvero che qualche casa editrice lo noti e che ci faccia l’immenso regalo di tradurlo!

Come al solito non vi dirò molto sulla trama, qui il rischio di spoiler è altissimo in quanto le sorprese e i colpi di scena che riserva questo romanzo sono numerosi e del tutto inaspettati, e per quanto abbia voglia di gridare al mondo le ragione per cui mi ha lasciata a bocca spalancata e a pensare “Oddio, non è possibile”. Quindi tranquilli, questa recensione è totalmente SPOILER FREE.

 November 9” si snoda in un arco temporale di sei anni. I protagonisti – Fallon O’Neil e Benton James Kessler (solo Ben per gli amici) – si conosco quando hanno diciotto anni e il romanzo termina quando ne hanno ventiquattro.
9 di Novembre.
Una data importante per Fallon.
Una data che è marchiata a fuoco sul suo calendario.
Una data che Fallon non dimenticherà mai.
Il 9 di Novembre, quando aveva solo sedici anni ha perso tutti i suoi sogni e ha smesso di vivere davvero. Aveva solo sedici anni e il sogno di diventare un attrice, seguendo le orme del padre. Aveva già una parte importante in un programma di successo ed era l’inizio di una gloriosa carriera d’attrice. Ma poi, per colpa di un terribile incidente ha perso tutto. Il suo corpo è coperto per il 30% di cicatrici, e anche sul viso ne ha una che non può nascondere con i vestiti.
Fallon ha diciotto anni, sono passati due anni da quel giorno tremendo, e sta per lasciare Los Angeles per trasferirsi a New York e per ricominciare una nuova vita, dove spera di ottenere un ingaggio a Broadway.
 Il romanzo inizia con Fallon a pranzo con suo padre per comunicargli la grande notizia della sua partenza. Spera in un appoggio da parte di quell’uomo con cui ha un rapporto pessimo, ma lui anziché appoggiarla le mette davanti la nuda e cruda realtà: non è abbastanza bella per fare l’attrice, il suo immenso talento nella recitazione non è sufficiente, la bellezza è al primo posto, e il suo viso deturpato dalle cicatrici non le permetterebbe mai di sfondare. E a questo punto che entra in scena Benton James Kessler, che seduto a poca distanza dal tavolo di Fallon, non riesce a trattenersi dall’intervenire, e così si finge il suo fidanzato. E la difende dalle parole taglienti del padre.
Ben è una ventata di aria fresca per quel 9 di novembre, perché con le sue parole sincere, oneste e che toccano le corde più profonde del cuore, spinge Fallon ad avere fiducia in se stessa. L’aiuta a trovare il coraggio di buttarsi nella mischia e affrontare la vita a testa alta,  perché nonostante tutto, lei è bellissima e non si deve vergognare delle sue cicatrici, ma deve mostrarle al mondo con fierezza.
“Quando mi sono svegliata questa mattina, credevo che oggisarebbe stato uno dei giorni più difficili degli ultimi due anni.Come potevo immaginare che l'anniversario del giorno peggiore della mia vita avrebbe avuto un risvolto positivo?”

Ben, diciottenne e aspirante scrittore, trascorre tutta la giornata con Fallon e riesce nell’impresa impossibile di rendere il 9 di Novembre una data degna di essere ricordata e non l’anniversario di un incubo da dimenticare.
Nelle ore che trascorrono insieme, prima della partenza di Fallon, si instaura tra di loro un rapporto meraviglioso. Non sono solo attratti fisicamente l’uno dall’altro, ma sono anche molto affini caratterialmente e Fallon potrebbe davvero innamorarsi di lui. Ma non può ancora innamorarsi, non può innamorarsi di nessuno prima dei venti tre anni perché come dice sua madre: “Non puoi trovare te stesso se sei perso in qualcun altro”, e lei non ha ancora trovato se stessa, e la sua strada. Ma Ben potrebbe essere davvero quello giusto, il ragazzo per cui perdere totalmente la testa.

«Non puoi andartene ancora, non ho ancora finito di innamorarmi di te»


Ben e Fallon non sono pronti per dirsi addio, e da qui nasce la decisione di vedersi una volta all’anno, sempre lo stesso giorno – il 9 di Novembre – nello stesso posto alla stessa ora. Nessun contatto per tutto l’anno; niente telefonate, niente messaggi e niente facebook o twitter, devono semplicemente vivere la loro vita con la promessa che Fallon parteciperà a tante audizioni per avere un ingaggio come attrice e Ben scriverà un romanzo su di loro.

«Giusto per andare sul sicuro, se i baci sono le tue scene preferiti nei libri, quali sono le cose che ti piacciono di meno? Devo saperlo per non incasinare la nostra storia.»«I finali sospesi,» dico immediatamente «E gli amori istantanei»Fa una faccia stranita «Amori istantanei?» Annuisco. «Quando i due protagonisti si incontrano e presumibilmente hanno un legame grandioso fin dall’inizio»Lui alza un sopracciglio. «Fallon, credo che siamo in guai seri se una delle cose che ti piace meno sono gli amori istantanei.»


Ogni anno – ogni 9 di Novembre – si incontrano e il loro rapporto è più saldo che mai, nonostante tutto il tempo che passano separati, e senza alcun contatto.  
A questo punto non posso dirvi molto su quello che accade ogni 9 di Novembre. Tutto quello che dovete sapere è che ogni anno che passa colpi di scena che lasciano a bocca aperta e che fanno sanguinare il cuore sono innumerevoli.
Ad ogni incontro di Fallon e Ben ho sospirato per la dolcezza del loro rapporto e  ho provato un dolore bruciante che mi ha fatto consumare decine di fazzolettini  per la piega del tutto inaspettata che prende la storia.
La Hoover, ancora una volta, ha  superato se stessa dimostrando tutto il suo immenso talento, e si merita il titolo e la corona di Regina del New Adult.
November 9” è un romanzo del tutto unico nel suo genere. È il racconto di una storia originalissima che sa come conquistare il lettore e incatenarlo alle pagine tramite un intreccio egregio e sapiente di attimi di puro e vero romanticismo, che mi hanno fatta sospirare come una ragazzina innamorata, ad attimi talmente angoscianti e dolorosi che mi hanno fatto versare fiumi di lacrime.
Lacrime e sospiri, sono questi gli effetti che causano le parole di Colleen Hoover.
Fallon e Ben sono due protagonisti  meravigliosi. È impossibile non affezionarsi ad entrambi ed entrare in sintonia con loro.
Fallon è una protagonista femminile che dalla vita aveva tutto: bellezza, e una carriera avviata che le prometteva fama e successo,  ma all’improvviso ha perso tutto nel peggiore dei modi.
È una ragazza che soffre. Fallon odia il suo aspetto e odia guardarsi allo specchio, le sue cicatrici sono un ricordo indelebile dell’incubo che ha vissuto. Cerca di attirare il meno possibile l’attenzione delle persone  e non perché si vergogni degli sguardi di pietà che le lanciano le persone, ma perché non sopporta di mettere le persone in imbarazzo per il suo aspetto. E tutto questo fa male da morire, il dolore e la sofferenza di Fallon l’ho sentito bruciare sulla mia pelle dal primo istante in cui ci racconta la sua storia.

«Le persone quando ti guardano non si sentono in imbarazzo per le tue cicatrici, Fallon. Sono in imbarazzo perché il tuo comportamento fa credere alle persone che guardarti sia sbagliato. E credimi – tu sei il tipo di persona che la gente vuole guardare.» Sento le sue dita scorrere delicatamente sulla mia mascella e immediatamente mi tiro indietro. «Tu hai la più incredibile struttura ossea che abbia mai visto, e so che è un complimento strano, ma è la verità.» Le sue dita delicatamente scorrono dalla mascella al mento fino a sfiorarmi la bocca. «E le tue labbra. Gli uomini le fissano perché muoiono dalla voglia di sapere di cosa sanno, e le donne le fissano perché sono gelose, se loro avessero delle labbra del colore delle tue non dovrebbero mai più comprare dei rossetti»

Ben è il book-boyfriends perfetto. Il ragazzo che dice sempre la cosa giusta nel momento giusto. Non è come gli altri, non si sofferma sulle cicatrici di Fallon, ma quando la guarda la fissa dritta negli occhi e riesce a leggere dentro di lei tutto il dolore e la sofferenza che si porta dentro da due anni, e in un modo dannatamente dolce riesce poco alla volta a cancellare quel dolore, e a convincerla che le sue cicatrici non sono brutte, ma sono il segno indelebile del fatto che lei è una vincitrice, una sopravvissuta a un qualcosa di mostruoso.
Ben, però, non è solo questo. Non è un ragazzo dannatamente dolce capace di riportare la luce nella vita di Fallon. Anche lui, come lei ha un passato doloroso. Un passato che viene svelato poco alla volta. E vi garantisco che anche la sua storia fa male da morire e che colpisce con la forza di una granata.

Ancora una volta ho scritto una recensione interminabile, e spero di non avervi annoiato troppo. Ma questo romanzo è uno di quei libri che non può essere liquidato in due parole è un romanzo che merita che vengano spese mille parole.

Il mio voto:

** LA TRAMA E LE CITAZIONI SONO TRADOTTE DA ME POTETE COPIARLE SE VOLETE, MA SIETE PREGATI DI CITARE LA FONTE. GRAZIE!**

34 commenti:

  1. Che bello Frency!
    Se prima ero curiosa di leggerlo adesso lo sono ancora di più, sembra un libro davvero bellissimo poi ormai conoscendo la scrittrice è quasi una garanzia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, è davvero bello e in pieno stile Colleen Hoover. Incrociamo le dita perchè arrivi in Italia ;)

      Elimina
  2. Bellissima recensione... Speriamo arrivi presto in Italia! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria, grazie *_*
      Lo spero perchè mi piacerebbe rileggerlo in Italiano, e in oltre è un romanzo talmente toccante che dovrebbero poterlo leggere tutti!

      Elimina
  3. Ok, prima di commentare questa recensione ho dovuto prendere un profondo respiro e riordinare la valanga di parole ed emozioni provate. Credo che questo libro abbia scatenato in te ciò che ho sentito al termine di "L'incastro (im)perfetto"... pensa che non sono ancora riuscita a scriverne una recensione perché è stato tutto troppo - troppo bello, troppo emozionante, troppo doloroso, troppo dolce... e andrei avanti per altre mille parole.
    Questa è decisamente una delle più belle recensioni che abbia mai letto, hai parlato di emozioni ed è la cosa che amo di più leggere. Mi ha fatto piacere leggere le parti che ti hanno colpita e scossa e ora non vedo l'ora di poterlo leggere anche io - ma dubito di poterlo fare in inglese.
    Incrocerò le dita affinché esca presto in Italia! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jen, ti ringrazio moltissimo per le belle parole sulla mia recensione;)
      November 9 mi ha fatto provare le stesse emozioni che ho provato con l'incastro (im)perfetto, forse in alcuni momenti addirittura più forti. Non saperi scegliere quale dei due mi è piaciuto di più!
      Incrociamo le dita e speriamo ;)

      Elimina
  4. Ciao Frency! Oddio, ODDIO, voglio questo libro subito! Già la Hoover è una garanzia, in più in molti dicono che è il suo libro migliore e ogni recensione in giro è solo positiva, poi le tue parole mi hanno dato il colpo di grazie. Pretendo subito di leggerlo *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jessica, devi leggerlo! E' davvero uno dei romanzi migliori che la Hoover abbia mai scritto!

      Elimina
  5. Ciao Frency! Ho organizzato un gruppo di lettura a tema natalizio.
    Ti lascio il link qualora volessi partecipare. http://cafelitterairedamuriomu.blogspot.it/2015/11/seconda-edizione-del-gdl-books.html

    RispondiElimina
  6. devono acquistare i diritti di questo libro, la hoover è una garanzia quindi, CE italian, se state leggendo vi consiglio, no anzi esigo, che voi portiate questo libro in italia!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francy,
      incrociamo le dita e speriamo, è uscito da pochissimo in lingua originale quindi c'è ancora speranza che arrivi ;)

      Elimina
  7. Dio che bella recensione! *-* Io amo la Hoover, e spero con tutto il cuore che qualcuno decida di pubblicare anche qui da noi questo libro! Purtroppo non leggo in lingua, io e l'inglese non andiamo molto d'accordo T.T e l'idea di perdermi questa ennesima meraviglia mi fa star male! Spero di cuore che qualche CE nostrana acquisti i diritti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cate, ti ringrazio per i complimenti!
      Speriamo e incrociamo le dita, perchè è senz'altro uno dei romanzi più belli della Hoover ;)

      Elimina
    2. Speriamo davvero, perchè questa donna è magnifica, ti regala delle emozioni indescrivibili! *-* E' la mia autrice preferita, per me è una Dea, la venero! XD Ho letto tutto quello che è uscito in Italia e il pensiero di perdermi un suo capolavoro mi distrugge...spero che essendo uscito da poco, qualche CE prossimamente ci dia la bella notizia e ci regali questo nuovo capolavoro. Anche perchè la Hoover merita e DEVE essere letta in tutto il mondo! *-*

      Elimina
    3. Sono d'accordissimo con te sulla Hoover!

      Elimina
  8. Bellissima recensione, spero di riuscire a leggerlo quanto prima >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vero, ti ringrazio :) Se lo leggerai sono curiosa di sapere cosa ne pensi!

      Elimina
  9. Ciao Frency, ti ho nominata qui: http://lovingbooks89.blogspot.it/2015/11/book-tag-book-blogger-shoutouts.html

    RispondiElimina
  10. OMG! OMG! OMG! Sono in piena fase fangirl, ho letto solo metà della tua recensione e già ho i brividi. Mi sono dovuta fermare. E so già che morirò nell'attesa di leggere questo libro. *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alice,
      è una storia davvero intensa e ricca di emozioni, speriamo arrivi in Italia perchè è uno di quei romanzi che non mi basta avere sul Kindle ma lo voglio esposto in libreria per sfogliarlo all'infinito, e poi è uno di quei libri che deve essere letto da tutti!!

      Elimina
  11. Ciao Frency, sai, appena leggo Colleen Hoover da qualche parte non capisco più niente, sul serio, comincio a dimenticarmi come si fa a respirare o a capire dove mi trovo, se sono seduta, in piedi, in casa, fuori ... e quando leggo che ha scritto un nuovo libro e che non è ancora uscito in Italia, comincio a pregare che le case editrici italiane ci facciano questo grande, grande regalo, perché penso che leggere i libri di questa donna che io amo perdutamente e follemente, ti cambiano la vita, davvero, o perlomeno, la mia me l'ha cambiata eccome. Lo so che il mio è soltanto il mio giudizio, ma nei suoi libri c'è qualcosa che in tutti gli altri non riesco a trovare, però, d'altronde, sto parlando della mia autrice preferita ...
    Allora ... incrociamo le dita affinché esca anche da noi!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ero dimenticata ... per caso sai se entro marzo uscirà un altro suo romanzo delle altre serie?

      Elimina
    2. Ciao Federica, ti capisco perfettamente perchè provo la stessa cosa anch'io quando si tratta di Colleen Hoover, ho iniziato a leggere in lingua grazie a lei, non sopportavo l'attesa per ugly love che è stato il primo libro in lingua originale che ho letto!
      Sono positiva, la Hoover è molto amata ed è grandiosa nello scrivere romanzi, November 9 è uscito da pochissimo in lingua, quindi incrociamo le dite e speriamo che qualche editore lo noti!
      Per quanto riguarda le pubblicazioni future. So che dovrebbe uscire Confess di cui la leggereditore ha acquistato i diritti, doveva uscire ad ottobre, ma hanno detto che non sanno ancora quando uscirà. E poi credo che dovrebbe essere pubblicato il terzo romanzo della serie Slammed, ma io notizie di date ancora non ne ho, purtroppo! Appena verrò a conoscenza di notizie le pubblicherò sicuramente sul blog ;)

      Elimina
    3. ... Ugly love in lingua originale? Cavoli, be', allora penso che la tua competenza nel leggere un libro in inglese non poteva essere battezzata al meglio ... io non riesco neanche a immaginare cosa significhi poter leggere un libro in lingua originale, purtroppo il mio inglese non me lo permette :) Aspetterò con ansia tutto quello che le case editrici italiane pubblicheranno ;)

      Elimina
  12. Non avevo dubbi. La Hoover non sbaglia un colpo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosy, vero la Hoover è semplicemente grandiosa!!

      Elimina
  13. Mamma mia Frency, che recensione *_*
    Non mi hai annoiato per niente, anzi avrei voluto che continuassi a parlare ancora delle emozioni che hai provato leggendo questo libro.
    Hai pianto come una fontana? allora questo libro mi piacerà sicuramente, ho troppa voglia di leggerlo adesso...
    Come devo fare? l'autrice non sbaglia un colpo, è bravissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elysa, mi faccio sempre prendere la mano quando si tratta di libri che amo ;)avrei continuato a scrivere per ore e mi sono dovuta imporre di fermarmi o scattava lo spoiler alert e questo libro per essere gustato va letto senza sapere troppo ;)

      Elimina
  14. Prima di leggere la tua recensione ero già molto curiosa, ora non sto più nella pelle.
    Devo dire che Colleen Hoover non mi delude mai e mi sorprende sempre. Ho letto tutti i suoi libri e adoro tutte le sue storie, le trame mai banali, i personaggi sempre perfetti. A volte mi sembra quasi di poter conoscere sul serio i suoi protagonisti (Lake e Will mi hanno fatto impazzire...la loro storia è stata la prima che ho letto). La cosa che adoro nei suoi libri è che la storia non viene esasperata da dettagli sessualmente espliciti, perchè nella letteratura è importante dare spazio all'essenza dei personaggi, a quello che loro hanno da raccontare, e Colleen lo fa alla perfezione.
    Che dire, non vedo l'ora di leggere questo libro, e di conoscere altri favolosi protagonisti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ivana, sono d'accrdissimo con ttto quello che hai detto. Io adoro la Hoover perchè narra con uno stile perfetto e non aggiunge scene spinte solo perchè il sesso vende. Nei suoi libri è tutto molto naturale e poi le sue storie sono strazianti e bellissime.

      Elimina
  15. INSOMMA. DEVO AVERE QUESTO LIBRO T.T

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Martina, è assolutamente un must have!

      Elimina