lunedì 4 gennaio 2016

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: TE LO DICO SOTTOVOCE - LUCREZIA SCALI

Titolo: Te lo dico sottovoce

Autrice: Lucrezia Scali

Casa Editrice: Newton Compton

Data di pubblicazione: 4 gennaio 2016

Pagine: 288

Trama:


Mia ha trent'anni, un pessimo trascorso con gli uomini e una madre che le organizza appuntamenti al buio. Ogni notte sogna il suo principe azzurro, ma al mattino si sveglia accanto a un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo ispido. Durante il giorno, invece, gestisce una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino e coordina l'attività di pet therapy presso l'ospedale locale. 
Tuttavia nella vita di Mia sembra non esserci più spazio per l'amore. O, almeno, così pensava prima di conoscere Alberto, un affascinante medico, e Diego, un poliziotto che si è appena trasferito dalla Puglia.
La freccia di Cupido riuscirà a colpire la persona giusta per guarire il cuore di Mia? 

Cosa Penso:


 Il 2016 libresco non poteva iniziare in modo migliore.
Te lo dico sotto voce” è un romanzo delizioso che ha saputo toccare profondamente le corde del mio cuore.
Mia, protagonista e voce narrante, è una giovane donna di trent’anni che nella vita ha sofferto tanto per colpa di un passato che non vuole ricordare, e per colpa di una madre che non ha saputo dimostrale l’amore necessario.
Nonostante la sua vita non sia stata tra le più facili, oggi, Mia è una donna forte e determinata che ha saputo realizzare il suo sogno anche grazie all’amore di Bubu – il suo meticcio con le orecchie cadenti, il pelo morbido e una simpatica codina in perenne movimento – che non è solo il suo migliore amico, ma è anche il protagonista indiscusso del romanzo che con i suoi simpatici guaiti è riuscito trasmettere alla perfezione quanta gioia e affetto sa dare un cane a chi ne possiede uno.
Grazie ai nonni che le hanno dato cure amorevoli, Mia è una ragazza amata che ha saputo realizzare i suoi sogni e i suoi desideri, infatti, è una veterinaria affermata e proprietaria di una clinica prestigiosa che si occupa non solo degli animali dei suoi pazienti, ma collabora anche con le forze dell’ordine per salvare i cani meno fortunati e più bisognosi di affetto. Grazie al suo lavoro e alla passione per gli animali, Mia sta per realizzare un grande progetto; quello di aiutare dei bambini malati tramite la Pet Therapy presso l’ospedale locale.
La sua carriera è all’apice, ma dal punto di vista sentimentale non è altrettanto fortuna, anche perché ha eretto attorno al suo cuore una spessa barriera. Una spessa protezione per tenere a distanza le persone e per non soffrire come ha sofferto in passato. Per questo il principe azzurro che sogna ogni notte ancora non si vede all’orizzonte.
Ma tutto è destinato a cambiare quando nella sua vita arrivano Alberto e Diego.
Alberto è un medico affermato, un uomo benestante e di buona famiglia che ha il benestare della madre di Mia, e che potrebbe regalarle una vita fatta di agi e lussi.
Dall’alte parte c’è Diego, un poliziotto che si è appena trasferito dalla Puglia, e devo ammettere che mi ha fatta capitolare all’istante. Diego è il classico protagonista arrogante, un po’ sfrontato e irriverente che con le sue battute al vetriolo mi ha strappato sorrisi in più occasioni.  

Alberto e Diego.
Diego e Alberto.
Non potrebbero essere più diversi e distanti di come sono, ma entrambi riescono in qualche modo ha scalfire la muraglia dietro cui Mia ha arginato il suo cuore, ma solo uno ha le carte in regola per guarire il cuore di Mia e curare il dolore e la sofferenza che ha provato nella sua vita. E l’unico dei due che può aiutarla a guarire è il solo, che come lei, sa cosa significa stare male e soffrire.

Della trama non posso proprio dirvi di più, o rischierei davvero di svelarvi troppo e come saprete le mie recensioni sono tutte spolier free.

Te lo dico sottovoce” di Lucrezia Scali è un romanzo nato inizialmente come romanzo auto-pubblicato che grazie al passaparola ha riscosso talmente tanti consensi da essere notato da una casa editrice del calibro della Newton Compton.
Come ho detto poco più su, il mio 2016 libresco non poteva iniziare in modo migliore perché questo romanzo è stata davvero una storia deliziosa, una piacevolissima sorpresa, un romanzo che ha saputo emozionarmi e toccare le corde più profonde del mio cuore.
Lucrezia con la sua penna estremamente semplice, ma comunque estremamente curata nel dettaglio, ha dipinto una storia bellissima con dei personaggi veri e reali a cui è impossibile non affezionarsi. 
Mia, la protagonista, mi è piaciuta da subito, una donna forte e determinata che nonostante la vita le abbia mostrato il suo lato peggiore è riuscita a rialzarsi e realizzare i suoi sogni a testa alta. Mia è una protagonista che si svela poco alla volta, pagina dopo pagina il lettore scopre qualcosa di più sul suo conto e questo modo di raccontare le cose invoglia il lettore a leggere il romanzo tutto d'un fiato. 
Non posso dire di avere amato Alberto, che ha saputo farmi davvero innervosire. Ma Diego… Mio. Dio. Diego è favoloso! Scontroso e riservato all’inizio, forse un po’ casanova e con quel piccolo tocco di stronzaggine che attrae tanto noi donne, e mi ha conquistata all’istante e fin dalla sua prima comparsa ero schierata nel #TEAMDIEGO.


Una storia che affronta tematiche delicate come i problemi famigliari, e i drammi a cui ogni tanto la vita ti costringe a vivere mostrando il suo lato peggiore, ma soprattutto quello dipinta dalla Scali è un romanzo che narra una storia d’amore, ma non solo l’amore inteso nel senso più tradizionale del termine, cioè il profondo sentimento che lega un uomo e una donna, ma anche l’amore per il proprio lavoro, l’amore per gli amici che stanno al tuo fianco, ma soprattutto l’amore per gli animali, un sentimento che può essere compreso a pieno solo da chi lo ha provato sulla propria pelle, perché chi convive, o ha convissuto, con un animale può comprendere cosa significa un rapporto di questo tipo.
Anch’io come Mia ho un deliziosa amica a quattro zampe, un adorabile golden retrivier che riempie le mie giornate di amore, scodinzolii e adorabili guaiti… e anche tanti guai, ma mi basta guardare quei suoi occhioni marroni per perdonarle ogni cosa, e leggendo queste pagine  mi sono rispecchiata spesso nella protagonista e nel suo rapporto con Bubu.
Ed è stato bello leggere  quanto gli animali possano essere utili per fare grandi cose, come per esempio portare un po’ di gioia ad un bambino che è costretto in un letto d’ospedale, come Martina, Lukas e Giulio – i piccoli bambini che Mia aiuta con la Pet Therapy.

Come al solito questa mia recensione sta diventando interminabile e non è minimamente all’altezza del romanzo scritto da Lucrezia Scali, ma se vi va di leggere una storia che è sì semplice ma che sa colpire i lettore con tematiche molto attuali ve la consiglio a gran voce!

Il mio voto:

Lucrezia Scali: È nata a Moncalieri nel 1986 e qualche anno più tardi si è trasferita a Torino. Il suo amore per gli animali l’ha guidata fino alla facoltà di Medicina Veterinaria di Grugliasco, dove studia ancora. Dal 2012 gestisce un blog, Il libro che pulsa. Te lo dico sottovoce, suo romanzo d’esordio inizialmente auto-pubblicato, è stato nella classifica dei libri digitali per oltre tre mesi, finché non è stato scoperto dalla Newton Compton.

14 commenti:

  1. Adoro ogni singola parola, grazie davvero ❤️

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucrezia, mi fa piacere che ti sia piaciuta la recensione ❤️

      Elimina
  2. Bellissima recensione :) Sto tenendo d'occhio questo libro da tempo e i commenti positivi che leggo non mi fanno vedere l'ora di poterlo leggere anche io ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie ^_^
      io lo avevo già puntato quando era un self ma me lo ero lasciato sfuggire, è davvero carino!

      Elimina
  3. Sto leggendo recensioni super positive su questo libro, lo leggerò presto *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si se ne parla bene un pò ovunque!
      Mi è piaciuto anche perchè non è la solita storia in cui ruota tutto intorno alla love story qui c'è molto altro che fa da contorno!

      Elimina
  4. Dalla trama sembra un libro delizioso,e nemmeno il classico romanzo d'amore super scontato! Credo che lo leggerò. Bellissime le copertine della Newton, le adoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Ariel, qui c'è molto altro che fa da contorno alla love story, è una storia a 360 gradi!

      Elimina
  5. sembra proprio un bel libro, ottima la tua analisi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è Susy! Se lo leggerai sono curiosa di sapere cosa ne pensi!

      Elimina
  6. Complimenti per la recensione! :) Sono contenta che ti sia piaciuto e adesso sono ancora più curiosa! :)

    RispondiElimina
  7. Questo è un libro che mi piacerebbe leggere! Non ho letto nulla dell'autrice ma ho diversi titoli in WL.. Sono contenta che si sia rivelato un bell ibro! :D

    RispondiElimina
  8. adoro questo libro e la cover è favolosa
    sarebbe stupendo se gli facessero il film

    RispondiElimina