lunedì 19 ottobre 2015

RECENSIONE: BELLEZZA CRUDELE - ROSAMUND HODGE

Titolo: Bellezza Crudele

Serie: Cruel Beauty Universe #1

Autrice: Rosamund Hodge

Casa Editrice: Newton Compton

Data di pubblicazione: ottobre 2015

Pagine: 275

Trama:

Costretta a fidanzarsi con il malvagio governatore del suo Regno, la giovane e determinata Nyx sa che il suo destino è sposarlo, ma per coronare il suo sogno più segreto: ucciderlo e liberare finalmente il popolo dal giogo di quella crudele tirannia. Eppure nel giorno del suo diciassettesimo compleanno – quando la ragazza si trasferisce con lui nel castello sulla cima più alta di tutto il Paese – capisce che nulla è come se l’era aspettato, soprattutto il nuovo marito, incredibilmente affascinante e seducente. Nyx sa che deve salvare la sua gente a tutti i costi, eppure resistere al suo nemico giurato sta diventando sempre più difficile perché lui è ben deciso a conquistare il cuore della sua sposa.
Con il suo romanzo d’esordio, Bellezza crudele, Rosamund Hodge ci regala una favola romantica, che farà sognare le lettrici, e inaugura una nuova saga che vede protagonista la coraggiosa eroina Nyx.

Cosa Penso:

“La sua missione è ucciderlo
Ma il suo destino è amarlo”


C’era una volta in un tempo sconosciuto, Arcadia un ridente continente della Romana-Grecia. Arcadia, un tempo era un isola felice fatta di florido commercio con un continente dieci volte più grande, e i suoi abitanti erano sereni e felici governati da un Re saggio e giusto che vantava la protezione degli Dei. Ma dopo nove generazioni di regno sereno la protezione degli Dei venne meno e il Signor Gentile – il Principe dei Demoni – ascese al trono e iniziò il suo regno del terrore.
Arcadia fu separata dal resto del mondo, intrappolata sotto una cupola di pergamena e invasa da demoni che nascosti nell’ombra avevano  il poter di far impazzire gli umani con un solo sguardo.

I demoni sono fatti d’ombra.
Non fissare troppo a lungo le ombre,
o un demone potrebbe ricambiare lo sguardo


Non c’era modo per porre fine al Regno del temuto Signor Gentile fino a che non nacque Nyx Triskelion.
Nyx era una giovane ragazza di diciassette anni, avrebbe voluto vivere una vita normale come ogni ragazza adolescente, ma suo padre – preso da una forte disperazione – strinse un patto con il signor Gentile, e lei fu costretta a sposarlo e trasferirsi nel suo castello.
Ma Nyx era una ragazza forte e coraggiosa e non aveva nessuna intenzione di lasciarsi dominare e comandare a bacchetta dal Principe, e quindi insieme a suo padre mise in atto un piano.
Un piano per cui venne addestrata per tutti i suoi diciassette anni.
Un piano difficile e rischioso ma che era l’unica occasione per uccidere il principe e salvare tutto il suo popolo dall’orribile tirannia del terrore. C’era solo un problema, per uccidere il principe anche lei avrebbe dovuto morire assieme a lui e sacrificarsi così, per il bene della sua terra. Per questo Nyx odiava con tutta se stessa il suo destino.
Nyx era una diciassettenne, un’adolescente che meritava un futuro radioso e non un infausto destino. Era un diciassettenne arrabbiata, con il cuore pieno di risentimento sopito nei confronti dei membri della sua famiglia.
Nyx nutriva tantissimo odio.
Odiava suo padre per aver stretto un patto con il Principe degli Inferi condannandola a morte certa, e perché non le ha mai mostrato un briciolo di dispiacere, e mai, in diciassette anni di vita, ha dimostrato di amarla.
Detestava la zia che aveva preso il posto della sua defunta madre nel cuore di suo padre. E soprattutto disprezzava sua sorella gemella Astraia. Nyx era terribilmente invidiosa dell’amore che suo padre le dimostrava trattandola come se lei fosse la sua unica figlia, ma soprattutto la odiava perché non era lei quella che doveva morire.
Nonostante  la malevolenza che sentiva nel cuore Nyx non venne meno al suo dovere. E così, il giorno del suo diciassettesimo compleanno si trasferì nel castello come moglie del Principe Gentile.
Al castello niente era come sembrava. E il suo piano non era di certo di facile realizzazione.
Li dentro tutto era magico e spaventoso allo stesso tempo.
Suo marito il Principe dei demoni – Ignifex come si faceva chiamare lui – era dannatamente seducente e affascinante e non era affatto spaventoso come Nyx si aspettava, e  improvvisamente si scoprì incredibilmente attratta da lui, questo la confuse enormemente perché lei non poteva lasciarsi distrarre da niente e da nessuno. Aveva un piano da compiere, non poteva lasciarsi condizionare dai tentavi di suo marito di conquistare il suo cuore.
Così tra magia, sigilli da tracciare e un amore che le faceva battere forte  il cuore Nyx doveva trovare il mondo di riportare la pace nel suo mondo.
Riuscì Nyx a portare a termine il suo piano e far vivere felici e contenti tutti gli abitanti di Arcadia?

Bellezza crudele” è il primo romanzo della duologia Cruel Beauty Universe di Rosamund Hodge, è un romanzo che aspettavo da tempo perché nasce come retelling in chiave lievemente gotica e paranormale del grande classico Disney La Bella e la Bestia. Dopo Bianca neve e i sette nani la Bella e la bestia era il mio cartone animato preferito quando ero bambina, e non potete capire la mia gioia quando  ho scoperto che la Newton Compton avrebbe portato in Italia questo romanzo. Insomma, la mia felicità era alle stelle.
Tra le recensioni più che entusiaste e il mio amore folle per i retteling le mie aspettative erano al massimo storico e non avevo minimamente previsto l’eventualità di una delusione… grave errore da parte mia, perché devo ammettere a malincuore che questo romanzo non mi ha soddisfatta al 100% .
Non vi preoccupate non l’ho bocciato ma non l’ho nemmeno promosso a pieni voti, insomma siamo ben lontani dalla perfezione, almeno secondo il mio modesto parere.
Bellezza crudele” mi ha in parte delusa perché la prima metà del romanzo l’ho trovata mortalmente noiosa. Lenta, ripetitiva e soporifera e inoltre Nyx – la protagonista femminile – è lamentosa in modo irritante (ok Nyx, capisco che il tuo destino fa schifo. Ma accidenti non fai proprio nulla per sembrare simpatica. Davvero!). Se dovessi usare una parola per descrivere la prima metà del romanzo; la definirei  PALLOSA! Ero quasi sul punto di mollare tutto. La trama scorreva lentissima e le descrizioni del mondo dipinto dall’autrice con i numerosi riferimenti alle divinità e alle credenze popolari locali di quel tempo non hanno affatto contribuito a rendere la trama più scorrevole.  Ma per fortuna ho tenuto duro e sono andata avanti, e ora che l’ho finito sono felice di aver resistito, perché dalla metà in poi le cose cambiano notevolmente e la storia si trasforma completamente, da barbosa è diventata davvero molto interessante.
Ci sono numerosi colpi di scena che rendono la storia del tutto imprevedibile e fanno si che la seconda metà del romanzo si legga in un soffio.
Mi sono lasciata trasportare dalla magia che permea ogni pagina. Mi sono fatta conquistare da Ignifex e dal suo fascino demoniaco, e devo ammettere che con il suo essere cattivo ma sempre sincero mi ha conquistata e mi ha fatta capitolare per il modo in cui ama Nyx. Lui è sicuramente il personaggio più interessante, è sempre avvolto in un alone di mistero e non sono riuscita a comprenderlo completamente fino alla fine del romanzo, e l’idea di sapere di più su di lui mi ha fatto divorare una pagina dietro l’altra.

«Sai perché ti amo?».
Spalancai la bocca, ma non riuscii a parlare.
Ignifex continuò a parlare come se fossimo una normale coppia sposata che parlava del proprio amore ogni giorno. «Tutti coloro che fanno un patto con me sono convinti di essere nel giusto. Perfino quelli che vengono da me con gli occhi tristi e pieni di colpa: si dichiarano peccatori davanti agli dèi, ma nel cuore credono che il loro desiderio sia speciale al punto da giustificare qualsiasi misfatto, e di essere eroi per il semplice fatto che perderanno la loro innocenza e pagheranno con la loro anima».
«E come fai a saperlo?», domandai.
«Perché accettano sempre il prezzo che chiedo loro. Pensano sempre di poterlo pagare, perché credono che pagheranno soltanto per il loro desiderio, e nel loro intimo sono certi di meritare la realizzazione dei loro desideri. Quello che non capiscono è che in realtà non stanno comprando il desiderio, ma il potere di realizzarlo. E quel potere, il potere dei Gentili, ha un prezzo infinito. Quindi meritano tutti ciò che poi accadrà loro». Mi strinse intorno le braccia. «Ma tu sai cosa sei, e cosa meriti. Menti a me, ma non a te stessa. Ed è per questo che ti amo».

Purtroppo non posso dire di aver amato allo stesso modo la protagonista femminile. Lei mi ha irritata profondamente. Devo ammettere che è una protagonista estremamente coraggiosa che affronta il suo destino a testa alta ed è pronta a sacrificarsi per il bene della società, anche se odia il suo destino. E non nasconde affatto i suoi sentimenti rabbiosi, infatti Nyx è incavolata nera con suo padre e anche con sua sorella, anche se in cuor suo sa perfettamente che Astraia non ha nessuna colpa. Ma il suo cuore è colmo di rabbia e cattiveria e questa è sicuramente una novità assoluta per me. Di solito le protagoniste dei romanzi che leggo sono tutte di buon cuore e accettano di buon grado le sfide che devono affrontare, anche se sono pericolose e rischiose. Ma non Nyx, lei non ha un cuore puro e questo è forse uno degli elementi più positivi del suo carattere perché la rende più reale e vera.

«Meriti quello che ti è successo e molto di più. Sono stata felice di vederti soffrire. Lo rifarei di nuovo, se potessi». Mi resi conto che stavo tremando, mentre quelle parole mi uscivano dalle labbra.
«Lo rifarei ancora e poi ancora. Ogni notte mi piacerebbe tormentarti e ridere di te. Capito? Non sarai mai al sicuro con me». Presi un tremulo respiro, cercando di ricacciare indietro le lacrime che mi riempivano gli occhi. Lui sollevò le palpebre e mi guardò dal basso, come se fossi la porta che conduceva fuori da
Arcadia, per tornare sotto un cielo reale. «È questo che ti rende la mia favorita». Sollevò una mano per asciugarmi una guancia con il pollice. «Ogni parte cattiva di te».

Ma nonostante questo nel complesso non mi è piaciuta perché alcune sue scelte – di cui non vi parlerò per non incappare in spoiler – mi hanno fatto storcere il naso e sarei volentieri saltata nelle pagine per schiaffeggiarla.
Se non fosse stato per la prima parte noiosetta il romanzo sarebbe stato quasi perfetto, e sono davvero dispiaciuta che la prima parte mi abbia così delusa perchè la storia è davvero carina e la seconda metà del romanzo si divora, ma purtroppo non posso dare il voto massimo. Quindi…

Il mio voto è:



9 commenti:

  1. Ciao... anche a me è piaciuto si e no... io amo la costruzione del mondo fantasy e la prima parte l'ho trovata piacevole anche se hai ragione nel dire che a volte le leggende e gli aneddoti sono un po' stancanti.. per me non hanno approfondito abbastanza le relazioni tra i personaggi, ma soprattutto ho trovato il finale eccessivamente complesso e allo stesso tempo troppo frettoloso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale, si la prima parte mi ha un pò stancato, e hai ragione anche per quanto riguarda le relazioni tra i personaggi sono un pò frettolose ma ho notato che spesso negli urban fantasy si cura maggiormente l'aspetto paranormale e si dedica un pò meno attenzione alla parte romance.. però anche a me sarebbe piaciuto di più vedere un maggior approfondimento!

      Elimina
  2. Ciao Frency! Anch'io sono del tuo stesso parere. Non boccio il libro perché la storia in sé mi è piaciuta, ma gli sbalzi di umore di Nyx e lo stile dell'autrice un po' sterile, privo di passione, mi ha lasciata con l'amaro in bocca. Riponevo moltissime aspettative su questo romanzo :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse questa delusione iniziale è dovuta proprio da aspettative troppo alte. Era un romanzo di cui tutti parlavano e c'era tanta attesa...nel complesso carino ma niente di eccezionale comunque.

      Elimina
  3. Ma quando arriva la seconda parte?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, non so quando uscirà il secondo ma ti dico subito che il secondo romanzo non ha nulla a che vedere con questo. Fa parte della stessa serie ma avrà una protagonista diversa e non è più un retelling della Bella e la Bestia ma questa volta rivisita Cenerentola, il titolo in lingua originale è Gilded Ashes. Se sei preoccupata per un finale sospeso ti tranquillizzo subito dicendoti che l'avventura di Nyx inizia e finisce con Bellezza crudele ;)

      Elimina
  4. Non ho MAI sentito pareri eclatanti su questo libro, ma sempre negativi o come il tuo. Ma non mi abbatto: voglio leggerlo troppo, e lo farò a breve!! ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne ho sempre solo sentito parlare benissimo, su GR ho letto un sacco di recensioni a 5 stelle... comunque non è un brutto romanzo, io ho solo trovato lentina la prima parte, ma fai benissimo a leggerlo per farti un idea personale, sono curiosa di sapere cosa ne pensi ;)

      Elimina
  5. Ciao! Che bella recensione *-*
    Per quanto mi riguarda ho adorato questo libro per i personaggi molto affascinanti, la trama e le ambientazioni secondo me geniali. Solo 3 cose non mi sono piaciute: il triangolo (Shade era odioso secondo me…), la parte centrale dove improvvisamente tutto accelera (dopo che finalmente Nyx mette chiarezza nel suo cuore… Alleluia) e ovviamente il finale, troppo veloce e troppo confusionario…
    Se vuoi dare un’occhiata alla mia recensione la trovi qui c:
    Ciau!
    Rainy

    RispondiElimina