sabato 4 ottobre 2014

IL FRUTTO PROIBITO - S. C. STEPHENS

La mia recensione di "Il frutto proibito" si trova anche sul mio profilo amazon, in vista dell'uscita del secondo romanzo della serie l'ho postata anche sul blog. 


Titolo: Il frutto proibito

Serie: Toughtless #1

Autrice: S. C stephens

Casa Editrice: Leggereditore

Anno di pubblicazione: 2013 

Pagine: 637


Trama:

Per quasi due anni, il fidanzato di Kiera, Denny, è stato tutto quello che lei ha sempre desiderato: amorevole, tenero, completamente dedito a lei. Quando si trasferiscono in una nuova città per iniziare la loro vita insieme e per seguire il lavoro di Denny, tutto sembra perfetto, persino il coinquilino con cui dividono la casa: una rock star locale, Kellan Kyle. Ma poi un imprevisto trasferimento di Denny a Tucson costringe la coppia felice a separarsi. Sentendosi sola, confusa e bisognosa di conforto, Kiera trova una spalla su cui piangere in Kellan. Dietro la sua facciata di bello e impossibile, scopre l'animo sensibile di un ragazzo con un passato complicato alle spalle e così, pian piano, quella che era nata come una semplice amicizia si trasformerà in qualcosa di più profondo, qualcosa che costringerà Kiera a scegliere tra passione e sicurezza, amore e affetto, certezza e ignoto. Una notte tutto cambierà, e nessuno di loro sarà più lo stesso…

Cosa Penso:



“Il frutto proibito” è il primo libro della Thoughtless Trilogy” di S. C. Stephens, nuovo New Adult pubblicato in Italia da Leggereditori. Il New Adut è un genere che adoro, ragione per cui ho acquistato immediatamente l’e-book di questo romanzo.

“Il frutto proibito” narra la storia di un tradimento. Il classico triangolo amoroso Lei – Lui – L’altro, dove la protagonista ama entrambi, non sa chi scegliere e nel frattempo se li  gode tutti e due.

“Quell’incredibile primo bacio... Avido, intenso e così pieno di passione. La mano dietro al mio collo che si irrigidisce mentre mi tira verso di lui. L’altra mano aggrappata al mio fondo schiena. Kellan che mi spinge contro al ripiano e poi mi ci mette a sedere sopra. Le mie gambe che circondano la sua vita. Le mie dita fra i suoi capelli. Il suo odore inebriante, il sapore della Tequila sulla sua lingua...”


Kiera Allen, protagonista e voce narrante del romanzo, ha ventun'anni e da quasi due anni sta con Denny. Denny è da sempre tutto quello che lei ha sempre desiderato: dolce, amorevole, tenero e stupendo. Con i suoi capelli scuri e penetranti occhi marroni ama Kiera più della sua stessa vita ed è disposto a tutto per lei. Per questa ragione quando a Denny viene offerto un nuovo lavoro a Seattle Kiera non ci pensa due volte, lascia la famiglia e si trasferisce con lui in una nuova città lontana da casa sua per cominciare la sua nuova vita con il ragazzo che ama.
A Seattle tutto è perfetto: la nuova casa, l’imminente inizio delle lezioni all’università, il nuovo lavoro serale al pub. Anche il nuovo coinquilino, una Rock Star locale Kellan Kyle,  e vecchio amico di Denny è assolutamente perfetto.
Kellan è un adone di bellezza, sfacciatamente sexy con il suo fisico perfetto; asciutto e
muscoloso, capelli biondi sempre perfettamente spettinati profondi occhi blu come il mare, dispensa teneri sorrisi con cui fa cadere le donne ai suoi piedi. Anche Kiera non è del tutto immune al suo fascino.
La serenità e la perfezione della nuova vita di Kiera viene spezzata dall’imprevisto viaggio di lavoro di Denny. Denny dovrà trasferirsi per due mesi a Tucson per compiere un importante progetto, e la coppietta felice è costretta a separarsi. 
Kiera si sente abbandonata in una nuova città lontana dalla sua famiglia, è confusa e bisognosa di conforto ma Kellan riesce a spazzare via le sue inquietudini e paure standole vicino e offrendole la sua spalla su cui piangere. Nel giro di pochissimo tempo il rapporto tra Kellan e Kiera diventa sempre più profondo, e nasce un amicizia fatta di coccole sul divano, dolci abbracci in cucina durante la colazione e teneri baci sul collo.
Kiera impara a conoscere Kellan e scopre che dietro la facciata della Rock Star si nasconde un ragazzo, dolce, premuroso e sensibile. Un ragazzo che nasconde un passato complicato fatto di sofferenza, dolori e abusi. Nel giro di pochissimo tempo i confini della loro amicizia divengono sempre più labili, trasformandola in qualcosa di più profondo e intimo. Ogni volta che sono vicini non possono fare a meno di toccarsi ed accarezzarsi, e ad ogni tocco la pelle si infiamma, il loro respiro accelera, il cuore perde dei battiti e Kiera e Kellan non riescono più a controllare la fortissime attrazione che provano l’uno nei confronti dell’altra e inevitabilmente la passione tra i due si accende e non
possono che lasciarsi andare.
Kiera è sempre più confusa. 
Da un lato prova un fortissimo senso di colpa nei confronti di Denny e dell’amore che prova per lui. Dall’altra parte c’è Kellan, la seducente e passionale rock star che ha stregato il suo cuore. Kiera deve fare una scelta, una scelta che mette in discussione tutta la sua vita. Da un lato c’è la sicurezza, la stabilità e la certezza di un futuro assieme a Denny. 


Dall’altro lato la bruciante passione e attrazione che solo Kellan riesce a farle provare.
La scelta è difficilissima, Kiera sa che la sua decisione porterà tanto dolore, e per questa ragione cerca di temporeggiare dando vita ad una straziante altalena dove si rifugia nelle braccia di entrambi i ragazzi, nascondendo la verità a Denny e illudendo Kellan di avere preso una decisione.
«Sono davvero innamorato di te, Kiera.
Mi sei mancata da morire.
Mi dispiace, mi dispiace tanto di averti detto quelle cose orribili.
Mi dispiace di averti mentito su tua sorella...
Non l’ho toccata, te l’avevo promesso.
Solo che non volevo che ti rendessi conto...
di quanto ti adorassi... di quanto mi avessi ferito.»
Era come se avesse finalmente tolto l’argine che aveva eretto per bloccare il fiume delle proprie emozioni, e ora non fosse più in grado di frenarne il flusso. Parlò rapidamente, continuando a baciarmi con dolcezza.
«Ti amo. Mi dispiace, mi dispiace. Tutte quelle ragazze... Avevo paura di toccarti, tu non mi volevi... Non riuscivo a sopportare il dolore.
 Ho cercato di dimenticarti, ma ogni volta che stavo con una di loro, pensavo a te...

Mi dispiace tanto... Ti amo.»

Il romanzo mi è piaciuto tantissimo, sebbene il tema del triangolo amoroso non è tra i miei preferiti. Ma fin dall’inizio non ho provato una gran simpatia nei confronti della protagonista. 
Ho trovato Kiera terribilmente egoista e immatura, davvero insopportabile. Ho odiato il modo in cui gioca con i sentimenti dei due ragazzi. Ho odiato il modo in cui si comporta con Kellan, quasi senza rendersene conto e in più di un occasione ha calpestato i suoi  sentimenti, illudendolo di aver finalmente deciso. La continua altalena tra l’uno e l’altro è straziante anche per il lettore che spera che prenda presto una dannatissima decisione per porre fine a tutto lo strazio a cui ci sottopone. L’ho trovata terribilmente meschina e cattiva, non vuole lasciare Denny per paura dell’instabilità di una possibile relazione con Kellan. Ma non vuole neanche che Kellan vada avanti per la sua vita. In più di un occasione mi sarebbe piaciuto entrare nelle pagine per darle una bella scrollata alle spalle per far si che smettesse di comportarsi così.


Avevi ragione, avevo paura di voltare pagina... Ma avevo paura di chiudere con lui per stare con te, non viceversa. Lui mi dava conforto e sicurezza e tu... Avevo paura che la passione si spegnesse e che tu mi lasciassi per qualcun’altra, per una meglio di me... E allora io mi sarei trovata senza niente. Avrei lasciato Denny per una passione che si sarebbe spenta prima che me ne rendessi conto e allora mi sarei ritrovata sola. Per un fuoco passeggero.»Abbassò la testa spingendosi ancor più contro di me. Ora il suo petto era contro al mio. «Credevi che ci fosse questo fra noi? Un fuoco passeggero? E pensavi che ti avrei buttata via se quella passione fosse finita?» Disse quel ‘se’ come se ritenesse che quell’idea fosse semplicemente ridicola.Appoggiò la testa sulla mia, infilando una gamba tra le mie. Il mio respiro divenne affannoso e poi quasi si fermò quando lo sentii dire: «Tu sei... l’unica ragazza che abbia mai amato... Pensi davvero che butterei via una cosa del genere? Credi che al mondo esista qualcuno di lontanamente paragonabile a te ai miei occhi?»

Il terzo incomodo della relazione: Kellan. È il personaggio che mi è piaciuto di più. Kellan rappresenta il classico bad boy. 
Il ragazzaccio di bell’aspetto che ha stuoli di donne ai suoi piedi, ma il suo cuore batte solo per una, che sistematicamente lo calpesta senza ritegno.
Non sono riuscita ad affezionarmi a Denny. Nonostante fosse lui il ragazzo tradito e mal trattato dalla meschina Kiera, in più di un occasione mi sono trovata a fare il tifo per Kellan. 

Nonostante abbia odiato la protagonista mi è piaciuto moltissimo lo stile di scrittura dell’autrice che è riuscita a descrivere in maniera approfondita il triangolo amoroso tra Denny Kiera e Kellan. La scrittrice con il suo talento è riuscita a farmi capire le sensazioni che provava la protagonista: il terribile senso di colpa nei confronti del ragazzo tradito, la fortissima attrazione nei confronti di Kellan e l’incapacità di stargli lontana, la paura di prendere una decisione e porre la parola fine con uno dei due ragazzi.
Mi sarebbe piaciuto di più se l’autrice avesse descritto la storia non solo dal POV di Kiera, ma sarebbe stato probabilmente molto più interessante poter leggere anche il punto di vista dei sue personaggi maschili.
Nonostante la straziante altalena che mette in atto Kiera ho trovato “Il frutto proibito” un romanzo piacevole che consiglio a tutti gli amanti del genere, spero che venga pubblicato a più presto il seguito.
Il mio voto:







Nessun commento:

Posta un commento