lunedì 13 marzo 2017

RECENSIONE: FINALMENTE NOI - TIJIAN

Titolo: Finalmente noi

Serie: Fallen Crest High#1

Autrice: Tijian

Casa editrice: Garzanti

Pubblicazione: Marzo 2017

Pagine:

TRAMA
Siamo diversi.

Ma non riesco a starti lontana.
E niente potrà dividerci.
Samantha ha diciassette anni e pensa di avere una vita perfetta. Brava a scuola, un fidanzato innamorato, delle amiche fedeli. Ma quando un giorno rientra in casa, sua madre, con gli occhi bassi, le confessa di aver lasciato suo padre per un altro uomo: lei e Samantha si trasferiranno a casa sua. Ma il peggio deve ancora venire, perché Sam sarà obbligata a vivere con le persone che odia di più al mondo: Mason e Logan Kade, i figli del nuovo compagno della madre. Li conosce di fama, ma lei non ci ha mai voluto avere nulla a che fare. Campioni di football, attaccabrighe, ribelli, con una ragazza diversa ogni giorno. I più temuti del liceo. I primi giorni in casa, Sam decide di evitarli. Anche se avverte sempre su di sé gli occhi magnetici di Mason. Prova a resistere, ma giorno dopo giorno è più difficile. Perché sotto il suo sguardo si sente come non si è mai sentita, come nessuno l’ha mai fatta sentire. Mason è l’unico che la sa capire, che conosce la strada per il suo cuore. Ma la loro è una storia che sembra impossibile: le loro famiglie si oppongono, e a scuola hanno tutti contro. Finché un segreto terribile non cambierà completamente i loro destini… 
Inizialmente autopubblicato, Finalmente noi ha scalato le classifiche del «New York Times».  Passioni proibite, tradimenti inconfessabili, un amore da togliere il respiro fanno di Finalmente noi il romanzo da non perdere per nessun motivo al mondo.


Cosa Penso:

NO!
NO!
NO!
E ANCORA NO!!
Come sono certa avrete capito dalle premesse questa non sarà una recensione positiva, ma proprio tutto il contrario.
Io sono semplicemente indignata da questo libro, appena terminato avrei tanto voluto lavarmi gli occhi con la candeggina o farmi fare una lobotomia per dimenticare quello che avevo appena letto. So di sembrare eccessiva, ma è la pura e semplice verità.
Prima di inoltrarmi nel pieno della recensione però faccio una premessa: se voi avete amato questo libro e fate parte di quei lettori che hanno dato cinque stelline non sentitevi offesi dalla mia recensione, è solo il mio modesto parere espresso, forse, in maniera un po’ brutale siccome nutrivo aspettative altissime su “Finalmente noi”,  primo capitolo della serie Fallen Crest High. Le mie aspettative, però, sono state ampiamente disattese deludendomi su più fronti.  
Appena ho scoperto che la Garzanti lo avrebbe portato in Italia ero al settimo cielo perché avevo letto le recensioni più che entusiaste dei lettori d’oltreoceano che lo etichettavano come uno degli new adult più belli dell’anno, talmente bello da diventare un vero e proprio fenomeno editoriale con milioni di copie vendute in tutto il mondo (ora mi chiedo che cavolo abbiano letto! Non può essere lo stesso libro che letto io). E io che di fronte alla dicitura fenomeno editoriale non sono in grado di resistere, perché sono una lettrice debole e fragile, mi sono lasciata abbindolare come un pesce lesso e appena uscito l’ho acquistato al volo. Solo ora ringrazio la divina provvidenza degli e-book per l’offerta a 1.99 centesimi, perché se avessi pagato il prezzo pieno – 6.99 euro – credo che avrei chiesto ad amazon il rimborso per reso, perché davvero non vale un centesimo di più di quello che l’ho pagato, e forse è stato pure troppo caro.

Per cui non scherzo quando dico che questo libro è un oscenità fatta e finita!
E mi dispiace tantissimo dirlo in maniera un po’ cruda, ma in tanti anni di lettura qualche libro brutto mi è passato tra le mani, ma questo mi fa venir voglia di andare a correggere tutte le mie recensioni negative e alzare di un punto le mie votazioni finali, perché il libro della Tijian li batte tutti, generalmente se un libro è brutto un paio di aspetti positivi li ha, ma questo no. Semplicemente non ne ha, quindi non fatevi ingannare dalla dicitura fenomeno editoriale, perché l’unica cosa che ha di fenomenale "Finalmente noi" è la noia e il nervoso che mi ha fatto provare.
Una noia invincibile che mi ha fatto sbadigliare a ripetizione e ho dovuto lottare seriamente per non permettere alle mie palpebre di chiudersi e schiacciare un riposante sonnellino.
E una sensazione di bruciante nervoso, così forte e intenso che avrei volentieri scaraventato il mio kindle nuovo dalla finestra per non avere più la tentazione di leggere, e non chiedetemi perché non ho molato a metà, forse volevo vedere quante assurdità poteva inventarsi la Tijan, missione compiuta perchè è un accozzaglia di situazioni paradossali. 
La noia è, però, solo la punta dell’iceberg, soltanto uno dei tanti aspetti negativi di questa storia e non è solo per questo se ho dato al libro una singola e solitaria stellina nella mia valutazione finale.
Come ho detto anche su GoodReads, forse, la storia non sarebbe stata un disastroso flop se fosse stata sfruttata in modo migliore, se i personaggi non fossero stati tutti miserabili e deprecabili, se le situazioni fossero state meno assurde e paradossali e, soprattutto, se lo stile di scrittura dell’autrice fosse stato meno acerbo e immaturo. Perché tralasciando per il momento, la storia, i personaggi e le situazioni assurde descritte dall’autrice che sono soggettive e i singoli lettori possono apprezzarle o meno, è un dato di fatto oggettivo e inconfutabile che lo stile di scrittura manca di spessore, la narrazione è macchinosa e non fila affatto liscia, più volte sono dovuta tornare indietro e rileggere alcuni pezzi che mi sembravano, ad una prima lettura, del tutto incomprensibili e lo sono rimasti anche dopo una seconda e una terza.
I dialoghi tra i personaggi sono numerosi, troppo numerosi, tanto da creare confusione e non riuscire più a capire chi sta parlando con chi e tutto ciò rende "Finalmente noi" un esperienza di lettura terribilmente frustrante, non sono riuscita a farmi coinvolgere dalla storia e avevo la costante sensazioni che mi mancassero dei pezzi che mi permettessero di capire tutto fino in fondo.
  
Oltre questi elementi oggettivamente negativi c’è anche da aggiungere che i protagonisti sono i più antipatici che ho avuto il dispiacere di incontrare in un romanzo, e vi garantisco che negli anni di personaggi antipatici ne ho incontrati a bizzeffe, ma nessuno come quelli nati dalla penna della Tijan.
Samantha – protagonista femminile e voce narrante – è antipatica come un manciata di sabbia negli occhi. Onestamente non sono riuscita a provare un briciolo di empatia per lei perché sembra scivolarle tutto addosso, e sembra non le importi un fico secco di quello che le accade e se la sua vita sta andando a rotoli.
Il fidanzato la tradisce da sempre e a lei sembra non importare nulla.
Le sue migliori amiche di tutta una vita l’hanno ingannata in un modo orribile e a lei sembra non fregare niente. Sua madre, dopo aver tradito suo padre, la obbliga all’improvviso a trasferirsi in una nuova casa insieme al suo nuovo compagno e ai figli di lui, i famosi Fratelli Kade – Mason e Logan. E l’unica preoccupazione di Samantha non è tanto che la sua vita sta per cambiare completamente a seguito delle scelte egoistiche della madre. No, la sua unica preoccupazione è cosa penseranno i suoi compagni di scuola quando scopriranno che vive nella stessa casa dei fratelli Kade?
Come se questo fosse l’unico cambiamento davvero importante.
Una parola per descriverla: superficiale.
Insomma, mi ha irritata talmente tanto che sarei saltata nel kindle e l’avrei schiaffeggiata a ripetizione nella speranza che rinsavisse.
I fratelli Kade – Mason e Logan – sono i più classici bad boy, ma se in genere protagonisti così hanno la capacità di conquistarmi e farmi innamorare con i loro atteggiamenti sfrontati e sopra le righe qui mi hanno soltanto irritato.
I fratelli Kade sono i più popolari dell’intera città.
Tutti li conoscono. Tutti li temono. Tutte le ragazze aprirebbero le gambe per loro ( e di fatto lo fanno!) perché sono sexy in modo disarmante. Ma non sono solo questo, sono egoisti, viziati e dei criminali in erba che se ne vanno in giro a terrorizzare il vicinato e incendiare macchine per il solo gusto di farlo (Ma perché?).
E infine, vogliamo parlare della love story?
Vi aspettate una love story da farfalle nello stomaco e scene sexy da arricciamento delle dita dei piedi? Bene, state alla larga da questo libro, perché la love story nasce all’improvviso e non fa provare nemmeno un briciolo di emozioni, ma al contrario fa storcere il naso per il modo in cui nasce l'amore tra Sam e Mason. Dove sono le paroline dolci, il corteggiamento tipico dei romance, il capire di essere innamorati dell’altra persona? Qui non c'è niente di tutto ciò! 
Manca tutto quelle che rende un romance un libro rosa, e quindi anche da questo punto di vista non mi è piaciuto affatto.

Finalmente noi” per quanto mi riguarda è un grande e grosso no. Una storia che purtroppo non è stata capace di colpirmi in maniera positiva ed emozionarmi come i  new adult sanno fare.
Spero di non aver offeso nessuno con questo mio parere, ma dovevo dire le cose come stanno o sarei una pessima blogger, ma fatemi sapere se lo avete letto cosa ne pensate. Amo i confronti tra lettori, soprattutto, se non rispecchiano il mio pensiero.

Il mio voto:

8 commenti:

  1. Ciao! In effetti, credo di non aver mai letto nel tuo blog una recensione così negativa...ma dai che ogni tanto ci vuole!!! Il libro ho iniziato a vederlo in qualche blog in questi ultimi giorni, ma non lo conosco e dalla trama mi sembra la solita storia: ora sicuramente ne starò distante!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica, non legete recensioni così negative perchè di solito quando ho tra le mani un libro brutto lo mollo prima di arrivare in fondo alla lettura e non mi sembra giusto scrivere una recensione negativa di un libro che ho letto per metà, ma questa volta l'ho finito e mi sembrava giusto parlarvene ;)

      Elimina
  2. Ciao Frency!
    Avevo visto il libro ma non mi convinceva molto. Leggere la tua recensione però è stato uno spasso! Non ti sei proprio frenata! Hahahah :D
    Se lo leggerò? Direi proprio che ci metterò sopra una bella X e amen! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine!!!
      Secondo me non ti perdi niente non leggendolo ;)

      Elimina
  3. Come mi sto pentendo di averlo comprato! Ahahahahahahah! Mi sa che rimarrà a prendere polvere virtuale nel mio kindle. Che peccato... Bella recensione Frency! Ti ha proprio fatto arrabbiare! X°°°°D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si Alice, mi ha fatto arrabbiare perchè non so resistere ai cosi detti fenomeni editoriali e tutte le volte mi faccio fregare XD

      Elimina
  4. Non posso che essere più che d'accordo. Io sono semplicemente disgustata da questa storia e ringrazio anche io di averlo pagato poco, altrimenti mi sarei anche incavolata oltre che schifata.
    Su GR ho dato una stella, perché dovevo per forza votarlo, ma questo "libro" non se la merita nemmeno. Ho letto libri da una stellina che meritano dieci volte tanto rispetto a questo.

    Non giudico chi ha dato a questo libro cinque stelle e chi ne è rimasta entusiasta, ma veramente mi domando come sia possibile perché è tutto fuorché eccezionale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Leen, concordo sul fatto che non si meriti nemmeno una stellina, e infatti mi viene voglia di aggiungere una stella a tutti i libri che ho recensito in modo negativo, perchè come ho detto nella recensione questo li batte tutti!

      Elimina