martedì 31 gennaio 2017

RECENSIONE: REMEMBER, UN AMORE INDIMENTICABILE - ASHLEY ROYER

Titolo: Remember – Un amore indimenticabile
Autrice: A. Royer
Casa Editrice: DeAgostini
Data di uscita: 31 gennaio
pagine. 320
Prezzo: 14,90 euro
TRAMA:
Dopo una tempesta arriva sempre il sereno. Levi ne è convinto. Per tutta la vita ha osservato la pioggia e ha rincorso gli arcobaleni, credendo ciecamente nel lieto fine. Ma un giorno tutto è cambiato: il giorno in cui la sua ragazza è morta in un terribile incidente. Da quel momento il temporale l’ha inghiottito, e la luce non è più tornata. Così Levi ha smesso di parlare. Preoccupata per lui, la madre gli propone di prendersi una pausa e di raggiungere il padre, in Maine. Levi non ha voglia di lasciare l’Australia, ma ancor di più non ha voglia di lasciare i propri ricordi. Alla fine però decide di partire. E sarà proprio dall’altra parte del mondo che Levi incontrerà Delilah, il suo arcobaleno.


“Chiudo gli occhi e cerco di calmarmi. Ma tutto quello che riesco a vedere è il volto di quella ragazza. Il suo sorriso, la fossetta sulla guancia sinistra. Rivedo i capelli che le cadono sulle spalle e le guance che arrossiscono mentre la scatola le sfugge dalle mani. Pensavo davvero che fosse lei. Pensavo che fosse tornata. Ma non è possibile. Delia non tornerà mai. Non la rivedrò mai più.”
Cosa Penso: 
Le persone non si possono riparare al pari degli oggetti. Sono come vetro in frantumi, un mucchio di schegge che non si possono incollare. Invisibili e aguzze. Anche se volessi, non riuscirei a rimettere insieme i pezzi.

Come vi avevo già detto nell’anteprima di questo romanzo (qui), anche la DeAgostini si è lasciata affascinare dal fenomeno wattpad. Ormai, mancava solo lei all’appello tra le grandi CE italiane. La prima ha lanciare il fenomeno wattpad è stata la Sperling che ha portato sugli scaffali delle librerie italiana Anna Todd con il suo tormentone After e Blaire Holden con la serie di successo Bad Boy. La leggereditore e la Rizzoli, invece, hanno preferito puntare su autrici italiane, e infine la DeA seguendo il percorso della Sperling ha puntato tutto su Ashley Royer – diciassettenne di Boston che vanta numeri da capogiro su wattpad con oltre  quindicimilioni di visualizzazioni e trentamilioni di fan, numeri importanti per una ragazza così giovane che ha riscosso un successo straordinario con “Remember – Un amore indimenticabile”.
Come sempre quando mi appresto a leggere un romanzo che nasce da una piattaforma di storie online nutro sempre un certo scetticismo e temo sempre che il romanzo non si all’altezza e sia l’ennesima cavolata pazzesca, ma non posso far a meno di leggerlo per capire come mai ha avuto tanto successo da essere selezionato e scelto per diventare un romanzo vero e proprio. E anche questa volta è andata proprio così e quando la DeAgostini mi ha proposto la lettura in anteprima non ho proprio potuto tirarmi indietro.
E così, complice l’influenza che mi ha rilegato a letto l’ho iniziato ieri mattina e tra un pisolino e l’altro l’ho terminato ieri sera, e posso affermare senza ombra di dubbio che mi ha davvero stupita. Stupita su più fronti e nel senso più positivo del termine.
La prima cosa che mi ha sorpresa è stata la storia. Una storia che parla di perdita e delle difficoltà di affrontare un lutto, di malattia, e in modo più marginale anche di amore. Argomenti estremamente toccanti e delicati che non mi era ancora capitato di trovare in romanzi nati da wattpad, che generalmente narrano storie leggere e senza pretese. E infine mi ha sorpreso davvero lo stile di narrazione, uno stile che è abbastanza semplice e diretto pensato appositamente per colpire il lettore, ma è evidente che è stato fatto un buon editing e questo rende il romanzo una lettura estremamente piacevole che scorre veloce.

Remember – Un amore indimenticabile” ci racconta la storia di Levi.
Da quasi duecento giorni  Levi ha smesso di parlare.
Da quasi duecento giorni Levi vive in uno stato di mutismo selettivo.
Non parla.
Non ride.
Ha smesso di essere felice.
In una parola; Levi smesso di vivere da quando Dalila, la ragazza di cui era pazzamente innamorato – è morta in un terribile incidente d’auto.
Da quasi duecento giorni Levi osserva il mondo chiuso nella sua tempesta personale. Il suo modo è diventato un luogo oscuro ed estremamente silenzioso, e l’unica cosa che prova è un forte dolore al petto e una depressione che non gli lascia scampo.
Non ha perso solo Delia, ma anche gli amici in Australia lo hanno tagliato fuori, le uniche due persone al mondo che non lo hanno lasciato solo neanche per un istante e sperano ardentemente che Levi torni quello di un tempo sono sua madre e Caleb – il suo storico migliore amico. 
Sua madre le ha provate tutte per aiutarlo, ma niente pare funzionare per ridare un po’ di pace a quel ragazzo che ha smesso di vivere.
Troppo preoccupata per lui, la madre gli propone di prendersi una pausa e di raggiungere il padre in Maine. 
Un modo per allontanarlo da tutto. 
Allontanarlo dai ricordi e dal dolore. 
Ma Levi non vuole dimenticare. Non vuole smettere di soffrire e non vuole lasciare l’Australia per andare negli Stati Uniti da un padre che non vede da anni.
Ma ormai è deciso.
Il biglietto è prenotato e Levi non può far altro che salire sull’aereo che lo porta mille miglia lontano da casa sua.
Levi odia il Maine.
Odia suo padre, che continua a fargli domande pretendo risposte che lui non può dargli.
Odia la psicoterapia che è obbligato a fare.
Odia i farmaci che deve prendere.
Odia i suoi nuovi vicini di casa – due ragazzi della sua età che vogliono essergli amici - Aiden e Delilah.
Odia Aiden perché troppo eccentrico e chiacchierone. E odia Delilah perché tutto di lei gli ricorda Dalia, la ragazza che ha perso e che giorno dopo giorno fa sempre più fatica a ricordare.
Ma per quanto cerchi di tenere tutti alla larga, per quanto si comporti in maniera scorbutica e maleducata Levi non viene lasciato solo.
Non è lasciato solo da sua madre e Caleb che lo chiamano costantemente con Skype.
Non è lasciato solo da suo padre che fa di tutto per dimostrarsi affettuoso e comprensivo.
E non viene lasciato solo nemmeno da Aiden e Delilah.
E poco alla volta, giorno dopo giorno, Levi impara come superare il lutto perché dopo una tempesta torna sempre il sereno con il suo arcobaleno.

Come ho già detto più su “Remember – Un amore indimenticabile” è un libro che mi ha piacevolmente sorpresa e anche commossa in più di un occasione.
La storia di Levi è straziante e fa male al cuore.
Lui ha soli diciassette anni e la vita gli ha già mostrato il suo lato più spietato e crudele strappandogli la ragazza che ama.
Dalia era il suo mondo. 
La sua ragazza e la sua migliore amica. 
E con lei era estremamente felice.
Ma la sua perdita gli ha strappato via ogni cosa, e ora il dolore che lo ha investito rischia di schiacciarlo e annientarlo. Levi , il ragazzo romantico che che ha sempre creduto nel lieto fine e nell’arcobaleno dopo la pioggia, con la perdita della ragazza che ama  ha davvero perso la speranza.
Il silenzio, il non parlare e l’esprimersi solo con i messaggi del cellulare letti da una voce magnetica e inespressiva è per lui un modo per essere più vicino alla sua Dalia che non c’è più.

Anche se questa storia è narrato attraverso il punto di vista alternato di Levi e Delialah, e anche se lei svolge un ruolo fondamentale all’interno della storia, credo che lui sia il protagonista indiscusso dell’intero racconto, perché  “Remember – Un amore indimenticabileè una sorta di viaggio nella mente di Levi. Un viaggio nel suo dolore e nel suo tormento. 
Tramite la narrazione con il suo punto di vista possiamo leggere i suoi pensieri ed essere totalmente immersi nel suo dramma e vi garantisco che fa male vedere un ragazzo della sua età depresso, triste e stanco. Fa male da morire vedere che non è per niente combattivo e ad un certo punto ho persino pensato che non ci sarebbe stato scampo per il suo dolore, ma che ne sarebbe rimasto sopraffatto. Ma grazie alle persone che gli stanno attorno, nonostante il suo pessimo atteggiamento, Levi riesce ad uscirne.
«Mi piaci, Delilah. Moltissimo. Ti basta sorridere e il mio cuore parte in quarta. Non avevo mai pensato di provare queste emozioni per qualcun altro» 
I suoi genitori, Caleb e Aiden ma soprattutto Deliah e Lucy – la sua sorellina di cinque anni che svolge un ruolo fondamentale nella storia – gli insegnano che la vita va avanti nonostante tutto e lui deve afferrarla perché preziosa.

Con  “Remember – Un amore indimenticabile” la DeAgostini ha fatto centro e mi è davvero piaciuto questo romanzo, anche se devo ammettere che mi aspettavo qualcosa di più dal punto di vista sentimentale. Da inguaribile romantica quale sono mi aspettavo più amore, più  passione e più romance. Ma questo libro non vuole essere una semplice storia d’amore. L’amore c’è tra le componenti del romanzo, ma è del tutto marginale perché quella che ci narra l’autrice è una storia di crescita, di guarigione e soprattutto una storia di speranza. E la storia di Levi e del suo cammino verso l'arcobaleno.
Il Mio Voto:






9 commenti:

  1. Ciao! Sto sentendo dei pareri discordanti su questo romanzo...Anche io sono sempre curiosa quando un "fenomeno" di Wattpad diventa un romanzo vero e proprio, quindi credo proprio che proverò a leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, io l'ho terminato ieri e mi sono tenuta lontana da pareri e recensioni perchè non volevo farmi condizionare dal pensiero di altri. Per quanto mi riguarda è stata una lettura piacevole, essendo un romanzo che nasce da una piattaforma di racconti online chiaramente non è un capolavoro della letteratura straniera, ma trovo che sia uno young adult carino... ho letto di meglio quello sì, ma anche di molto peggio. Se lo leggerai fammi sapere cosa ne pensi ^_^

      Elimina
  2. Ciao Frency, su questo romanzo non ho ancora le idee ben chiare, ma più vado avanti e più la curiosità cresce ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, è uno young adult molto carino e per venire da wattpad non è affatto male ;)

      Elimina
  3. Ciao Frency^^
    Sembra una storia molto intensa e sono sempre più convinta di iniziarlo a leggere <3

    RispondiElimina
  4. Frencyyy ciao!
    Aspettavo di leggere la tua recensione come ti avevo detto nell'altro post.
    Sono ancora molto combattuta su questo libro, la tua recensione mi ha fatto capire che alla fine è un libro a cui dare un'occasione ma magari lo farò quando sarà il momento giusto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Susy, è uno young adult molto carino e anche molto curato nell'editing, io lo consiglio... se lo leggerai fammi sapere che vengo a sbirciare la tua recensione ;)

      Elimina
  5. Ciao Frency! Bellissima recensione, mi è piaciuta la tua analisi! Ad essere sincera è un periodo in cui lo young adult mi va stretto, ma è interessante sapere che si tratta più di una storia di perdita, dolore e rinascita. Ci penserò :)

    RispondiElimina