lunedì 6 giugno 2016

RECENSIONE&RELEASE BLITZ : RISCATTO - SAGARA LUX

Blitz Release Sagara Lux


Cover Sagara Lux

Titolo: Riscatto
Autore: Sagara Lux
Editore: Selfpublishing
Pagine: 310 (versione cartacea)
Data di pubblicazione: 23 Maggio 2016
Genere: Dark-romance/Romantic-suspense
Prezzo eBook: € 2,99 (gratis con KU)
Prezzo cartaceo: € 9,88

TRAMA



Alcuni segreti feriscono più dei coltelli.
Convivere con la consapevolezza di avere tradito il proprio cuore non è semplice per Iryna, così come non lo è stato vivere nella menzogna negli ultimi due anni.
Quello che tutti credono è falso. Non è morta. Non ha dimenticato quello che ha fatto. E non ha dimenticato lui.

Ogni scelta ha delle conseguenze.
Prigioniero di un pericoloso gioco di potere, schiavo dell’ambizione che ha dominato tutta la sua vita, Genz non ha tempo di pensare al passato che ha seppellito in un angolo della propria memoria; almeno finché non rivede lei.

Certi sentimenti non ti lasciano tregua, né alternativa.
Entrambi feriti, entrambi orgogliosi, Genz e Iryna si troveranno ancora una volta uno di fronte all’altro.
Mettere da parte il passato e riscattare se stessi non sarà affatto semplice, soprattutto perché Iryna non è stata l’unica ad avere nascosto un segreto negli ultimi anni.

amazon goodreads

goodreads

BOOKTRAILER

ESTRATTO



Sul fondo della stanza, in corrispondenza della sedia su cui adagiavo i vestiti, c’era qualcuno. La luce rossa della sigaretta che stava fumando si accendeva ogni volta che aspirava, per poi sciogliersi insieme al suo respiro.
Era buio. Non mi era possibile vederlo. In fondo a me stessa, però, sapevo perfettamente di chi si trattava. Il brivido che mi correva lungo la schiena fino ad addensarsi nel ventre era un misto di fuoco e paura. Nella mia vita avevo incontrato un uomo soltanto capace di suscitarmi insieme i sentimenti più contrastanti.
«Iryna…»
Sussultai. Era da così tanto tempo che non lo sentivo chiamarmi per nome. Lo faceva soltanto quando era arrabbiato o quando desiderava che lo ascoltassi con attenzione. La verità mi trafisse come una lama affilata. Non mi aveva perdonato. Se lo avesse fatto mi avrebbe chiamato in una maniera ben diversa.
Mia pace.
Due anni e mezzo erano scivolati via veloci, senza un perchè. Eravamo cambiati entrambi, eppure avevo la sensazione che quello che c’era tra di noi fosse rimasto inalterato. Tremai, vinta dal desiderio di sentire le sue mani afferrarmi e stringermi come aveva fatto innumerevoli notti. Lui, però, non lo fece. Non mi toccò. Non mi baciò. Non mi guardò. Aspirò ancora la sigaretta, come se avesse bisogno di farlo per non avventarsi su di me e distruggermi.
Sarebbe stato facile.
Gli sarebbe bastata una parola soltanto.
Il cuore prese a battermi rapido in petto. Il suo odore, il rumore del suo respiro, il modo in cui la luce che filtrava dalle persiane metteva in risalto i segni che l’acido gli aveva lasciato addosso… Era tutto più vivido, più reale. E più pericoloso.
«Guardami, Iryna. Che cos'e cambiato?»
«Tutto.»
Niente.
Un sorriso crudele gli incurvò le labbra.
«Bugiarda.»
La luce della sigaretta bruciò la notte e i pensieri. C’era qualcosa che non andava. Era come se si stesse forzando a restare distante da me, e non era da lui.
«Perché non riesci a toccarmi?»
Vidi qualcosa di impercettibile adombrargli lo sguardo. Ebbi la sensazione che, nonostante il contegno che mostrava, dentro di sé stesse ribollendo di una miriade di sensazioni contrastanti. Era questo a bloccarlo; il fatto che temesse di non potersi controllare. Con me non doveva. Con me poteva essere se stesso.
Inspirò a fondo prima di tornare a guardarmi.
«Il punto non è cosa riesco o non riesco a fare. Il punto è quello che voglio fare.»
Coprii la distanza che ci separava. Mi avvicinai fino a trovarmi a un soffio dalle sue labbra. E a quel punto mi giocai il tutto per tutto, tentandolo in tutti i modi che conoscevo. Con gli occhi. Con il corpo. Con il cuore.
«E cosa vuoi?»

TEASER

Teaser1

Teaser2

GIVEAWEY

LA SERIE BROKEN SOULS

#1 Di carne e di piombo (23 settembre 2015)
#2 Inganno (23 dicembre 2015)
#3 Riscatto (23 maggio 2016)
#4 Vendetta (inedito)


L'AUTORE

Sagara Lux

Sagara Lux crede nelle seconde occasioni, benché la vita non gliene abbia mai concesse.
Non ama parlare di sé, ma ama scrivere e dare a vita a personaggi capaci di colpire stomaco e cuore insieme.
Se volete, potete trovarla qui.


Pagina Facebook | Gruppo Chiuso | Amazon | Goodreads | Google+ | Youtube


Cosa Penso:

Iryna era una prostituta al servizio di Antonio Giuliani. Tre anni prima l’aveva incaricata di spiarmi e l’aveva mandata da me. Era stato così che l’avevo conosciuta e che, anziché ucciderla, avevo commesso il primo, grande errore della mia vita trasformandola nella mia puttana. Il rapporto che si era instaurato tra di noi non era mai stato convenzionale. Lei era la mia pace; l’unica donna accanto alla quale riuscissi a sentirmi bene. Ci dormivo insieme la notte. Le raccontavo cose che non avevo mai detto a nessun altro. La volevo. E lei voleva me, o almeno questo era quello che avevo pensato finché non mi ero ritrovato drogato e non avevo scoperto che era stata proprio lei a consegnarmi nelle mani della figlia di Giuliani pur di riuscire a fuggire da me. L’avevo odiata così tanto, ma, non appena J.C. mi aveva detto che era morta, avevo odiato ancora di più me stesso. 


Prima di iniziare con la recensione è di dovere qualche  piccola precisazione; “Riscatto” è un Dark Romance – genere abbastanza in voga nell’ultimo periodo, ma un genere che non è adatto a tutti lettori, e quindi è bene avvicinarsi a questa tipologia di libri con le giuste cautele perché le tematiche trattate sono forti e dalle tinte oscure e possono impressionare tramite scene violente i lettori più sensibili.
Ormai ne ho letti diversi di Dark e posso dire senza ombra di dubbio che mi piacciono, perché mi sconvolgono e, sì, in alcuni momenti mi fanno arrabbiare, ma la portata di emozioni che mi regalano è così sconvolgente che è impossibile da ignorare, e mi rende anche difficile scrivere una recensione di senso compiuto e con un minimo di parvenza logica.
Ormai è passato qualche giorno dalla lettura di “Riscatto” e credevo di avere fatto chiarezza nella mia mente ed essere, finalmente,  pronta per parlarvi di questo libro, ma ora che mi trovo davanti alla pagina bianca di word mi rendo conto che scrivere questa recensione è davvero difficilissimo, e io amo scrivere le recensioni, è una cosa che mi viene abbastanza facile, ma non quando la portata di emozioni è così intensa da lasciarmi inerme e senza fiato. Ed è proprio così che mi sento dopo aver letto “Riscatto” – il terzo capitolo della serie Broken Souls di Sagara Lux.
Quindi per non scrivere una recensione sclerante e ricca di vaneggiamenti cerco di fare un minimo di chiarezza nella mia testolina totalmente in estati per Genz e Iryna  e vado con ordine, cominciando a parlarvi di questo libro dalla trama.

Sono passati due anni dagli episodi accaduti in “Inganno” – secondo capitolo della serie – Iryna è riuscita a scappare dalla villa dove Genz la teneva prigioniera. Da due anni  è uscita dal giro della prostituzione e ha cercato di mantenere un basso profilo cambiando nome, tingendosi i capelli di un colore scuro, e ha cercato di costruirsi una nuova vita lontana dalla criminalità. Ora vive una vita fatta di menzogne e bugie, una vita vissuta tra la paura che l’uomo che non riesce a dimenticare torni per saldare il suo conto in sospeso e  la speranza che quello stesso uomo la rivoglia con se al suo fianco.
Genz le è entrato dentro e  nonostante tutto non riesce a dimenticarlo.

Genz la crede morta, ma lui è vivo e chiuso in una cella costretto a difendersi dai numerosi nemici che lo vogliono morto, sicari che sono disposti a tutto per ucciderlo. Solo una cosa può salvarlo: patteggiare con il suo acerrimo nemico, Giuliani. Ma non ne ha nessuna intenzione di scendere a patti con lui e non è nemmeno pronto per morire e rincontrare Lei tra le fiamme dell’inferno.
Iryna appartiene al passato ormai,  e li deve rimanere. Chiusa in un angolo buio della sua mente perché da quando è morta si è spenta lentamente anche una parte di lui.
Il passato, quindi, deve restare nascosto e sepolto, ma quando sorprendentemente la rivede tutto torna a galla con prepotenza.
Quando Genz e Iryna si rivedono dopo due anni di separazione è come se il mondo si fermasse all’improvviso e tutto smettesse di girare, è da pelle d’oca e brividi caldi mi hanno attraversato la spina dorsale. Quando i loro sguardi si incrociano le loro sensazioni investono il lettore e lo colpiscono al centro del petto come un pugno poderoso ben assestato.
Quella notte, insieme a lei, era morta anche una parte di me, o forse si era solamente addormentata. Se fosse morta, non avrebbe potuto risorgere così in fretta. La sua semplice vista non mi avrebbe potuto tormentare in quel modo, né suscitare quell’enormità di sensazioni così diverse, intense e contrastanti. Incredulità. Brama. Felicità. Rabbia. Serrai le dita della mano a pugno. Il corridoio finì. Mi ritrovai nella sala destinata a ospitare gli incontri tra i detenuti e i visitatori. Sapevo che una spessa lastra di vetro antiproiettile mi avrebbe diviso da lei, dal suo corpo, ma non dai ricordi che erano riemersi con prepotenza dentro di me e che minacciavano di farmi perdere il controllo. Il mio cuore accelerò di colpo. La mente mi mise in guardia. Non c’era alternativa: qualsiasi cosa mi avesse detto, qualsiasi cosa avesse fatto non avrei mai dovuto guardarla, né ascoltarla.
Ma dentro di me sapevo che stavo mentendo.
I sentimenti che sono stati a lungo nascosti non possono più essere ignorati perché non lasciano scampo e li travolgono come un treno lanciato a tutta velocità.
Le ferite del passato bruciano ancora sulla pelle, e trovarsi faccia a faccia non fa altro che gettare sale su delle ferite mai rimarginate ancora aperte e sanguinati.
Iryna ama profondamente Genz e lo dimostra con forza, combattendo con le unghie e con denti.
La protagonista femminile con il suo carattere forte e tenace – quello stesso carattere forte che ci aveva mostrato in “Inganno” emerge quando è al cospetto dell’uomo che ama, ma la differenza con il secondo libro della serie è che qui non combatte per scappare da lui, ma per far si che lui la riprenda con se e che la perdoni per averlo tradito, ingannato e anche ferito.
Iryna conosce bene le sue colpe. Sa di aver sbagliato, sa di aver commesso degli errori, e sa
di doverli pagare, ed è pronta per questo e per riscattare le sue colpe. Perché tutto ha un prezzo e lei lo sa bene.
Genz è spietato, crudele è un terribile criminale che non perdona se viene tradito, ma nonostante la sua cattiveria, il suo potere e il suo essere apparentemente forte e sicuro di se, in realtà è un uomo fragile. La sua fragilità e la sua insicurezza vengono mostrate solo quando si tratta di Iryna, ed emergono con tutto il suo tormento.
È così che troviamo Genz in “Riscatto” un uomo sempre coerente con il suo pensiero, ma profondamente tormentato. Un uomo diviso a metà tra la necessità di lasciarsi andare all’amore e seguire il volere del cuore che lo spinge ad abbandonarsi a quella sensazione di pace che solo Iryna riesce ad infondergli, e tra il bisogno bruciante di riscatto e vendetta verso il tradimento che lei gli ha inferto.  Perché lo sappiamo bene, ormai, nel mondo di Genz ci sono regole precisa da rispettare, e se lui vuole farsi valere come capo non può ignorare quello che lei ha fatto, nel suo mondo è il sangue che governa il gioco.
Presto o tardi avrei dovuto pagare le conseguenze dei miei errori. L’idea che l’uomo che amavo potesse arrivare a farmi del male mi dilaniò dall’interno.
Gli posai una mano sul braccio e lo guardai atterrita. I suoi occhi tradivano una freddezza che significava una cosa soltanto: non aveva soltanto considerato il fatto che, presto o tardi, avrebbe dovuto punirmi perché lo avevo tradito. Lui ci aveva pensato. E lo aveva programmato nei minimi dettagli.
«Quando toccherà a me?»
Fece un passo indietro. La dita che mi aveva posato sul viso scivolarono via dalla mia pelle. Ero stata lasciata da molti uomini, ma mai così. E mai da un uomo a cui tenessi così tanto.
«Non ho mai voluto farti del male, mia pace.»
«Ma me ne farai lo stesso.»
«Sì.» 
Genz e Iryna sono due protagonisti che ti rubano l’anima, escono in punta di piedi dalle pagine si insinuano con prepotenza, senza chiedere il permesso, sotto la pelle del lettore. 
Avrei così tante cose da dirvi sulla trama, ma mi devo assolutamente fermare qui perché il rischio di spoiler è davvero altissimo, e da brava blogger non posso proprio permettere di dirvi niente di più.
Dio mio ragazzi, a distanza di giorni dalla lettura sono ancora senza parole, perché Sagara questa volta ha decisamente superato se stessa dimostrando tutto il suo immenso talento. “Di carne e di piombo” mi era piaciuto tanto, “Inganno”  mi aveva conquistata attraverso il gioco pericoloso di Iryna e Genz, ma “Riscatto” mi ha rapita, ammaliata, affascinata e mi ha letteralmente imprigionata tra le pagine travolgendomi in un vortice così potente di emozioni e sentimenti che a distanza di giorni dalla lettura li sento ancora crepitare nel cuore. Emozioni forti che mi hanno accompagnata per tutta la lettura, perché non avevo la più pallida idea di che direzione potesse prendere la storia. La tensione era alle stelle mentre leggevo.
Un colpo di scena dietro l’altro fanno di “Riscatto” un romanzo super avvincente dove niente è lasciato al caso, e dove il batticuore accompagna chi legge per tutta la lettura, per cui siete avvertiti, questo libro incatena alle pagine e non potrete far altro che divorare una parola dietro l’altra del tutto inermi davanti alla portata di emozioni che colpiscono la bocca dello stomaco.
So che molti lettori,  soprattutto quelli che non amano particolarmente il genere dark, fanno fatica a comprendere il legame che unisce i protagonisti di questo tipo di storie. Come si può amare una persona e allo stesso tempo volersi vendicare per gli errori che ha commesso? Come si può sopportare il fatto che l’uomo che ami è disposto a fartela pagare con il sangue? È difficile da capire, e ogni volta che leggo un dark mi sento terribilmente confusa, perché è ovvio che nella vita quotidiana comportamenti di questo tipo sono inaccettabili e vanno puniti e perseguiti, ma in un romance mi sento dannatamente affascinata da queste storie ricche di malato tormento,  e chiedo scusa se non sono in grado di spiegare le sensazioni che provo.
Sicuramente Genz non sarà un principe azzurro dalla scintillante armatura, ma mi ha letteralmente conquistata, e  vedere i due protagonisti interagire l’uno con l’altro ha fatto perdere numerosi battiti al mio cuore, perché il legame che unisce Genz e Iryna è qualcosa di talmente forte e intenso e viscerale che non si può far altro che tifare per loro.

Riscatto” non ci racconta solo del legame tra Genz e la sua pace, ma tra queste pagine c’è molto altro che regala al lettore una sensazione di fortissima tensione che calamita alle pagine.
I rapporti con Giuliani – il padre di quella stronza senza cuore di Caterina, la moglie di Genz – si fanno sempre più tesi e pericolosi e portano ad una guerra che non risparmia nessuno, dove quello che perde tutto è JC – il secondo di Genz – un uomo che mi ha spezzato il cuore, ma non vi voglio dire nulla a tal proposito perché voglio lasciarvi la sorpresa. Così come non vi voglio dire nulla su Ivar, il braccio destro di Giuliani, un uomo freddo come il ghiaccio. È lui, senza dubbio, quello che mi ha stupito maggiormente perché credevo di averlo inquadrato e compreso, ma poi tutte le mie certezze sono crollate come un castello di carte sul finale del romanzo. Ed è stata un autentica sorpresa che mi ha lasciata a bocca aperta.
Perché il finale ragazzi è, oh mio dio, è qualcosa di unico e sbalorditivo, credetemi. Vi troverete a leggere le ultime pagine con un bisogno bruciante di sapere e quando arriverete alla parola fine ne vorrete ancora.

Ho scritto decisamente una recensione interminabile, e ancora una volta spero di non avervi annoiato. Quindi concludo consigliandovi caldamente questo libro, ma non solo, vi consiglio tutta la serie Broken Souls di Sagara Lux, perché questa autrice ha un modo di scrivere incantevole, le sue parole colpiscono dritto al cuore. “Inganno” e “Riscatto” sono due dark romance, un genere dove ci si aspetta di trovare violenza bruta e tanta cattiveria,  ma l’autrice scrive in un modo talmente delicato che colpisce il lettore senza turbarlo eccessivamente e non si può far altro che rimanerne stregati e incantati.
Personalmente aspetto con impazienza il terzo quarto romanzo della serie sperando che l’aurice non ci faccia attendere troppo perché l’attesta sarà straziante!
Il mio voto:









6 commenti:

  1. Bellissima recensione a un bellissimo libro..che non ho ancora letto..ma che so..non mi deluderà

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Isabella ^_^
      Secondo me è stato il migliore della serie, l'ho adorato!

      Elimina
  2. Sto leggendo entusiasmo ovunque per questa serie,appena posso devo leggerla anch'io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela ;)
      è una serie che merita davvero, è una serie self ma non ha niente da invidiare a quelle pubblicate dalle CE!!!

      Elimina
  3. Ciao! Ti ho taggata qui https://lamiacaoticalibreria.blogspot.it/2016/06/book-tag-la-vita-segreta-di-una.html ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, passo subito a dare una sbirciata ^_^

      Elimina