sabato 20 giugno 2015

RECENSIONE: TUTTO CIO' CHE SAPPIAMO DI NOI DUE - COLLEEN HOOVER

Titolo: Tutto ciò che sappiamo su noi due

Serie: Slammed #2

Autrice: Collen Hoover

Casa Editrice: Fabbri

Data di pubblicazione: Giugno 2015

Pagine: 283

Trama:

La poesia ha insegnato a Will e Layken ad amarsi, per stare insieme hanno dovuto superare ostacoli che sembravano insormontabili, hanno dimostrato al mondo che quando si è uniti si può affrontare ogni difficoltà e riemergere più forti e determinati di prima. La vita li ha messi di fronte a enormi responsabilità: sono giovanissimi, ma devono prendersi cura dei fratellini, cercando allo stesso tempo di ritagliarsi un piccolo spazio dedicato soltanto a loro due. Ma un giorno, all'improvviso, il passato di Will torna a bussare alla porta, e lui, per non turbare il difficile idillio con Layken, decide di tenerla all'oscuro di tutto. Ma lei lo scoprirà lo stesso, e sarà costretta a chiedersi su cosa si fonda davvero il loro rapporto, arrivando addirittura a mettere in dubbio la sincerità dei sentimenti di Will. La loro storia è a rischio, devono decidere se lottare per un futuro insieme o se rassegnarsi a stare lontani. Fin dove sarà disposto a spingersi Will per dimostrare a Layken che il suo amore durerà per sempre? La sua risposta cambierà non solo la loro vita, ma quella di tutte le persone che li circondano.

**ATTENZIONE**: SPOILER SU “TUTTO CIO’ CHE SAPPIAMO DELL’AMORE”. SE NON AVETE LETTO IL PRIMO LIBRO DELLA SERIE SLAMMED SCONSIGLIO LA LETTURA DELLA RECENSIONE DEL SECONDO ROMANZO!

Cosa Penso:




Ed eccomi qui, ancora una volta, mentre fisso un foglio bianco in cerca delle parole – che non riesco a trovare – per descrivere le emozioni che Colleen Hoover è riuscita a farmi provare, di nuovo!
Ormai conosco abbastanza bene questa autrice, ho letto un buon numero di romanzi scritti dal suo pugno, e conosco la forza delle sue parole.
Parole capaci di colpire il cuore come lame affilate, che squarciano il petto a metà e ci riversano dentro una miriade di emozioni che scuotono con la forza distruttrice di uno tsunami.
Tutte le volte che mi trovo con tra le mani uno dei suoi romanzi penso: “No Colleen, non questa volta. Questa volta non mi farai piangere.” E immancabilmente, mi ritrovo seduta sul mio letto con gli occhi appannati da lacrime non versate e scossa da singhiozzi silenziosi che faccio di tutto per trattenere.
E anche questa volta, non mi vergogno ad ammettere, che è andata esattamente così!

“Non riuscivo a smettere di pensare a lei. Avevo paura che la mia vita, le mie responsabilità la spaventassero prima che io potessi conoscerla meglio. Non volevo dirle tutto subito, ma la prima sera che siamo usciti insieme, ho sentito di volerlo fare. C’era qualcosa in più, in lei, che la rendeva diversa da tutte le ragazze che avevo conosciuto. Aveva questa incredibile forza d’animo, questa vitalità e sicurezza.
Quella sera, volevo essere certo che Lake sapesse cos’era la mia vita. Volevo che sapesse dei miei genitori, di Caulder e della mia passione. Avevo bisogno di farle sapere chi ero davvero prima che succedesse qualcosa tra di noi. Allo slam, quella sera, durante la prima poesia, semplicemente non riuscivo a toglierle gli occhi di dosso. C’era così tanta passione, così tanta intensità nel suo viso mentre guardava il palco e ascoltava quelle parole, che proprio lì, proprio allora, mi innamorai di lei. E da quel momento l’ho amata ogni secondo.
Ed è per questo che mi rifiuto di perderla.”

Tutto ciò che sappiamo di noi due” è il secondo attesissimo  romanzo della serie Slammed arrivato in Italia proprio ieri grazie alla Fabbri – che non ringrazierò mai abbastanza per averlo portato nelle nostre librerie.
Ero convintissima che questo romanzo non mi avrebbe scossa, non mi avrebbe turbata e fatta piangere. Credevo di aver versato tutte le mie lacrime con il primo romanzo della serie “Tutto ciò che sappiamo dell’amore”. E cavolo, quanto mi sbagliavo!
Mi sbagliavo di grosso, perché nonostante la tragedia avesse colpito – alla fine del primo libro – la vita di Lake, strappandole prematuramente la madre e lasciandola da sola ad occuparsi di Kel il suo fratellino minore;  la Hoover aveva concluso il romanzo con un buon lieto fine che aveva permesso al mio cuore di tornare a battere normalmente, e mi aveva donato un senso di pace, momentaneo. E non so perché, ma mi ero convinta che in questo secondo romanzo sarebbe stato tutto sereno, splendido e felice. Non avevo considerato che quanto la vita ti mostra il suo lato più amaro niente è semplice e sereno. Ma ogni giorno è una battaglia, anche se al tuo fianco c’è una persona che ti ama.



La voce narrante in questo secondo romanzo non è più Lake, ma Will – il protagonista maschile. Il suo racconto riprende, circa, due anni dopo la morte di Julia. Ritroviamo Will&Lake alle prese con la loro nuova quotidianità.
Una quotidianità in cui sono riusciti a trovare un loro equilibrio tutto nuovo. La loro vita si divide tra le lezioni all’università, l’educazione dei fratellini e le cene con la loro nuova famiglia allargata – composta non solo da Will&Lake e i fratellini ma anche dagli amici di sempre – una famiglia dove nonostante tutto si respira una aria serena e allegra. Soprattutto quando, la sera attorno al tavolo si fa il gioco del “bello e del brutto della giornata” (gioco che consiste nel citare il momento peggiore e il momento migliore della giornata appena trascorsa).

«E il tuo bello?» Mi chiede Eddie.
«Il mio bello è adesso» Rispondo, baciando Lake sulla fronte.

La vita è stata spietata con loro, ma insieme hanno trovato il modo per andare avanti e per stare bene. Costretti a superare ostacoli difficilissimi, si sono trovati davanti a grandissime responsabilità- responsabilità decisamente  troppo grandi per due ragazzi neanche ventenni.
Sono giovani e costretti a fare da genitori ai loro fratellini, inoltre hanno diritto di comportarsi in modo spensierato, come la loro età richiede, cercando di ritagliarsi piccoli spazzi tutti per loro.
Ma è dura. È dannatamente dura, anche se l’amore rende tutto un po’ più semplice.  
Tutto diventa ancora più complesso quanto il passato di Will, del tutto inaspettatamente,  torna a bussare alla sua porta, e rischia di far crollare tutto. Rischia di distruggere  tutti quei delicati equilibri costruiti lentamente.
Il passato di Will bussa alla sua porta e insinua in Lake il tarlo del dubbio.
La paura che l’amore di Will non sia incondizionato, puro, onesto e sincero. La paura che lui l’ami per le ragioni sbagliate,  e che poi un domani, quando il carico di responsabilità che grava ora sulle loro spalle sarà diminuito lui si penta di quello che ha fatto.
Ora, la loro storia è a rischio, devono decidere se lottare per un futuro insieme o se rassegnarsi e stare lontani.
Ma Will non è disposto a mollare. Ha gia perso troppo nella sua vita e non può perdere anche lei.
Non può perdere, ancora una volta, qualcuno che ama. Ed è disposto a lottare con le unghie e con i denti, per dimostrare a Lake l’onestà dei suoi sentimenti.
E così grazie a stelline di carta colorata che contengono preziosi consigli, versi di slam che  fanno parlare direttamente il cuore la Hoover ci narra una storia capace di farci soffrire e sospirare.

 “Potrei andare avanti tutta la sera, Lake.
Potrei continuare e continuare e continuare
Con le ragioni che mi hanno fatto innamorare di te.
E sai cosa? Alcune di loro sono semplicemente
Cose che la vita ci ha messo davanti.
Sì, io ti amo anche perché sei l’unica che può capire la mia situazione.
Ti amo perché entrambi sappiamo cosa vuol dire perdere la mamma e il papà
Ti amo perché stai crescendo il tuo fratellino, proprio come me.
Ti amo per quello che hai dovuto sopportare quando tua mamma è stata male.
Ti amo per il modo in cui ami Kel.
Ti amo per il modo in cui ami Caulder.
E amo il modo in cui io amo Kel.
Quindi non ti chiederò scusa se amo tutte queste cose di te,
e me ne frego delle ragioni e delle circostanze.
E no, non ho bisogni di giorni, settimane o mesi
Per sapere perché ti amo.
Per me la risposta è facilissima.
Ti amo perché sei tu.
Per ogni
Piccola
Cosa che sei.”

In “Tutto ciò che sappiamo di noi due” ritroviamo i personaggi che abbiamo incontrato nel primo libro.
Abbiamo la possibilità di conoscere meglio Will – che attraverso il suo pov ci apre completamente il suo cuore e ci mostra com’è davvero.
Will è un ragazzo fantastico. Un ragazzo d’oro, speciale e di una dolcezza inaudita.
Un ragazzo con la testa sulle spalle che ha dovuto affrontare tanta sofferenza e dolore, che lo hanno reso lo splendido uomo che è oggi. Un uomo responsabile di una famiglia – forse una famiglia non come tutte le altre, una famiglia diversa e allargata, ma dove si respira amore e serenità nonostante il dramma che tutti hanno dovuto affrontare. Will si comporta da vero padre per suo fratello Coulder, ma anche per Kel – il fratellino di Lake - è un punto di riferimento importantissimo. Si prende cura di Lake – come un vero marito farebbe – anche se vivono l’uno per conto proprio, lei è sempre il suo primo pensiero.
Lake mi è piaciuta tanto. 
È una ragazza con una grandissima forza d’animo. Anche lei, come Will, non si è lasciata abbattere dalla tragedia ma, al contrario, l’affrontata con la testa alta e si è assunta le sue responsabilità in modo maturo. Ad un certo punto del romanzo si lascia sopraffare dalla paura e la sua fiducia nei confronti di Will vacilla. Ma non sono riuscita a biasimarla per questo, al contrario, l’ho capita. E sono riuscita a sentire sulla mia pelle la sua sofferenza e le sue insicurezze.
Nel romanzo ritroviamo anche i fratellini di Will e Lake – due ragazzini di undici anni, che sono adorabili con tutte le marachelle che compiono.
Il personaggio migliore – protagonisti a parte – è senza dubbio Kiersten – una new entry – la nuova ragazzina amica di Kel e Clauder. Una ragazzina eccezionale, con un atteggiamento da donna matura che dispensa consigli eccezionalmente maturi per la sua età. Kiersten si è guadagnata di diritto il post numero è diventata la mia book best friend preferita!

Ci sono innumerevoli cose da dire ancora sulla trama, ma ho voluto attenermi alla sinossi per evitare di svelarvi troppi dettagli. Perché questo, è uno di quei romanzi che va assaporato e scoperto poco a poco solo così si potrà godere a pieno della magia della Hoover. Solo così ci si potrà far trafiggere dalla forza distruttrice delle sue parole.

Anche questa volta lo stile della Hoover è semplice – ma è quel tipo di semplicità che non lascia indifferenti ma al contrario colpisce l’anima e la fa sanguinare.
La Hoover è un autrice che ha la stragrande capacità di scrivere con parole semplici e uno stile fluido e che scorre veloce di temi estremamente delicati e difficili come solo la perdita delle persone care può essere. Inoltre nella serie Slammed troviamo altre tematiche importanti come le responsabilità nei confronti di una famiglia, e l’amore. Temi quotidiani, insomma, e dannatamente reali. Forse è proprio questo che rende i suoi romanzi così speciali e in un certo senso magici. Questa sua  capacità di scrivere storie estremamente toccati su temi di una quotidianità disarmante, su questioni che possono riguardare tutti noi.
Insomma ho adorato questo romanzo, così come ho adorato il primo romanzo della serie. E non posso far altro che consigliarvelo a gran voce per  Colleen Hoover è la regina del new adult.

 Il mio voto:
Imperdibile
Livello sensualità:
1/2
Baci carezze e riferimenti
al sesso






10 commenti:

  1. Ciao Frency, bellissima recensione! Non vedo l'ora di leggere anche io questo libro, ho adorato il primo, e la Hoover è davvero unica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona, abbiamo atteso parecchio da quando è stato pubblicata la prima versione di tutto ciò che sappiamo dell'amore, ma l'attesa è stata ampiamente ripagata questo romanzo è eccezionale. Poi è narrato dal pov di Will e questo lo rende ancora più favoloso!!!

      Elimina
  2. ciao ti ho invitata a un'iniziativa qui
    http://imieimagicimondi.blogspot.it/2015/06/link-party.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! vengo subito a dare una sbirciatina ^_^

      Elimina
  3. Ciao! Ti invito a questo Link Party, se ti fa piacere :)
    Ecco qui il link: http://laquintessenzadeilibri.blogspot.it/2015/06/linky-party-new-blogs-new-friends.html

    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Vengo subito a dare una sbirciatina da te ;)

      Elimina
  4. Che dire....un libro di Collen Hoover....da leggere e rileggere! E visto il tempo passato da quando ho letto Tutto ciò che sappiamo dell'amore, credo proprio che lo rileggerò prima di avvicinarmi al seguito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero da leggere e rileggere!!! Avrei dovuto rileggere anch'io il primo, l'ho letto due anni fa e alcune cose le ricordavo poco. Ma ero troppo curiosa di leggere il seguito, quindi mi sono buttata subito nella lettura e quando mi mancava qualche pezzo andavo a ripescare il primo libro!!!

      Elimina
  5. Molto bello questo libro, ho letto il secondo a poca distanza dal primo e mi sono piaciuti entrambi. Sono scritti molto bene e nella loro dolcezza catturano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Hoover è mitica... impossibile non amare quello che scrive!!!

      Elimina